Diritto ed economia
Sei in: Home » Articoli

Novità in arrivo in materia di pagamenti elettronici

Promossa un'iniziativa volta alla revisione della disciplina concernente l'obbligo di accettare pagamenti mediante carte di debito e misure a sostegno del commercio elettronico
Edificio della BCE
di Roberto Paternico. Con alcune risoluzioni presentate alla Camera dei Deputati é stata promossa un'iniziativa volta alla revisione della disciplina concernente l'obbligo di accettare pagamenti mediante carte di debito e misure a sostegno del commercio elettronico.

L'ABI (Associazione Bancaria Italiana), invitata per un'audizione presso le Commissioni Attività produttive e Finanze della Camera dei Deputati, ha illustrato ed approfondito l'argomento. 

L'informativa ha affrontato: l'evoluzione del mercato dei pagamenti elettronici in Italia e  nei paesi europei; il quadro normativo nazionale e internazionale sugli strumenti ed i servizi di pagamento; le iniziative bancarie attivate in ambito nazionale e la definizione di alcune proposte. 

Nel frattempo, ha preso avvio il Meccanismo di Vigilanza Unico (MVU), primo pilastro del più ampio progetto di Unione Bancaria che si completa con il Meccanismo Unico di Risoluzione delle Crisi e il Sistema di Garanzia dei Depositi.

Si avvia un nuovo e più avanzato percorso che vedrà impegnato l'intero mercato bancario europeo.
Con la piena operatività dell'Unione Bancaria cadranno le barriere nazionali ed il campo di concorrenza sarà unico, così come sarà unica l'autorità di vigilanza. 

I prossimi mesi saranno, quindi, decisivi perché la vigilanza unica sviluppi con efficacia le sue iniziative per rendere omogenee le normative dei vari Stati membri, molto diverse tra loro. 
Una normativa unica consentirà una certezza del diritto europeo su materie bancarie connesse, anche, ai rapporti con le imprese e con le famiglie. 

Inizieranno, quindi, i lavori per la realizzazione di un Testo Unico Bancario e di un Testo Unico della finanza dell'Unione europea

Riforme propedeutiche per un mercato mondiale integrato ove i capitali si dirigono verso i Paesi che hanno le tassazioni più convenienti, seppur nel medesimo mercato unico bancario e societario in genere. 
Nell'ambito dell'integrale revisione normativa del settore saranno disciplinati i servizi di pagamento secondo logiche europee per evitare contraddizioni tra il permanere di regole nazionali ed i principi dell'Unione Bancaria.
Per quanto concerne l'evoluzione del mercato dei pagamenti elettronici, le Carte ed bonifici sono gli strumenti elettronici più utilizzati in Europa.

In Italia, nel 2013, sono aumentate del 9% le operazioni di pagamento elettroniche (bonifici automatizzati, carte POS, addebiti preautorizzati). I pagamenti via internet sono cresciuti del 30%. 
I pagamenti elettronici nazionali, però, crescono a ritmi inferiori di quelli di altri paesi, ampliandosi il divario tra l'utilizzo procapite annuo (30 operazioni con carta pro-capite in un anno, rappresentano meno della metà della media dei paesi dell'area Euro).
Quali saranno le manovre normative e le proposte per incentivare il sistema?

Dott.Roberto Paternico'


PER SAPERNE DI PIU', LEGGI QUI SOTTO IL PDF SFOGLIABILE COMPLETO ED ILLUSTRATO


SCARICA IL PDF COMPLETO ED ILLUSTRATO
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(16/01/2015 - Dott. Roberto Paternicò)
Le più lette:
» Eredità: 10 cose da sapere per una consapevole pianificazione successoria
» Risarcisce il cliente l'avvocato che dimentica di iscrivere la causa e mente sul punto
» Tradimento: quello "programmato" diventa di moda tra i mariti
» Mobbing e risarcimento danni: come dimostrare di aver subito una persecuzione
» Avvocato censurato se non assolve l'obbligo della formazione
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF