Sei in: Home » Articoli

Etichette dei prodotti alimentari: è partita la consultazione pubblica. Sul sito del Ministero il questionario per esprimere il proprio parere

È online da qualche giorno, sul sito del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, il questionario per esprimere il proprio parere sull'etichettatura dei prodotti agroalimentari.
consumi codacons

È online da qualche giorno, sul sito del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, il questionario per esprimere il proprio parere sull'etichettatura dei prodotti agroalimentari.

Rivolto a consumatori, produttori e operatori, il questionario è composto da 11 semplici domande che spaziano dall'importanza dell'indicazione dell'origine dei prodotti alimentari e delle materie prime utilizzate nella preparazione, sino alla tracciabilità dei cibi e all'omissione ingannevole delle informazioni.

L'iniziativa fa parte delle misure "Campolibero" introdotte dalla legge competitività (d.l. n. 91/2014) con il fine di coinvolgere la collettività su questioni importanti come la trasparenza delle indicazioni sugli alimenti e, nello specifico, dell'etichettatura quale strumento essenziale per il patrimonio agroalimentare italiano, anche in vista delle future scelte politiche e legislative in materia.

I risultati della consultazione, infatti, saranno utilizzati come "supporto e rafforzamento" della futura legge sull'etichettatura che il Paese è tenuto ad emanare, in attuazione delle nuove norme comunitarie (regolamento Ue n. 1169/2011) che entreranno in vigore il prossimo 13 dicembre.

(15/11/2014 - Marina Crisafi)
Le più lette:
» Pensioni: le novità in arrivo
» Il rifiuto di sottoporsi ad alcoltest può risultare non punibile
» Tabelle millesimali condominio: la Cassazione fa il ripasso
» Usucapione: legittimo l'accordo di accertamento dinanzi al notaio
» Ddl riscossione: niente più cartelle per debiti irrisori
In evidenza oggi
Obbligare la moglie a discutere è reatoObbligare la moglie a discutere è reato
Telefonia: reato attivare un servizio mai richiesto dal clienteTelefonia: reato attivare un servizio mai richiesto dal cliente
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF