Sei in: Home » Articoli

Uno sguardo sul commercio internazionale spagnolo

fernandez
La Spagna fa parte di quei paesi che, nel corso del 2011, sono riusciti a mantenere delle buone performance con il loro commercio estero, nonostante le condizioni congiunturali europee non certamente molto favorevoli e, soprattutto, nonostante una tendenza al rallentamento del trend di sviluppo.

Di certo le cifre relative alle esportazioni – che fanno notare un balzo in avanti dell'11 percento nel corso del 2011 rispetto al 2010 (con un totale complessivo che tocca i 213.143 milioni di euro) – ed alle importazioni – un incremento del 5.6 percento con un totale di 260.378 milioni di euro, nonostante un rallentamento rispetto al 17 percento registrato nel 2010 – sono indicative di performance molto interessanti.

Grazie a questo andamento positivo del commercio internazionale, infatti, l'economia spagnola ha potuto contenere il suo deficit commerciale nell'ordine dei 47.2 miliardi di euro, in netto calo rispetto ai 54.8 miliardi che sono stati registrati nel corso del 2010: si parla di quasi un notevole 14 percento di diminuzione, un risultato senz'ombra di dubbio degno di grande considerazione.

In modo particolare, il balzo in avanti delle esportazioni ha permesso di raggiungere un tasso di copertura dell'81.9 percento, a fronte di un 77.8 percento che è stato registrato nel corso del 2010, tutto ciò a testimonianza di come – per quanto l'interscambio sembri indebolito – resta comunque un elemento trainante nel complesso dell'economia iberica.

Ma quali sono le categorie merceologiche più importanti all'interno del commercio internazionale spagnolo, in modo particolare per quel che riguarda l'andamento delle esportazioni iberiche?

In primo luogo, si trova il comparto di produzione degli autoveicoli, che fan segnare un valore pari a 29.598 milioni di euro (+13% su base annua), seguito dalla chimica – 25.756 milioni di euro (solo +2% su base annua), dietro a cui si posizionano componenti, apparecchiature e accessori per autoveicoli – 14.577 milioni di euro (+6.5% su base annua), i combustibili e lubrificanti a 13.636 milioni di euro (+62.7%) e, infine, la siderurgia con un valore complessivo che ammonta a 10.678 milioni di euro (+10.6% su base annua). Altri settori che hanno fatto segnare una performance certamente positiva per l'intero commercio internazionale spagnolo, sono quello della produzione di macchinari e di materiali elettrici – con 6.813 milioni di euro (+20.4% su base annua) al quale si affianca anche il comparto dell'abbigliamento, che ha raggiunto un totale di 6.027 milioni di euro nel corso del 2011, con una crescita su base annua molto sostenuta, pari al 21.3 percento.

Questo quadro economico relativo al commercio internazionale delinea quindi delle caratteristiche del sistema economico spagnolo molto interessanti per coloro i quali vogliano investire in una realtà capace di competere a livello mondiale, soprattutto grazie agli stretti legami con l'America del Sud. Per gli imprenditori interessati a fare business in Spagna è disponibile una comparativa fiscale con pratico esempio al seguente link:COMPARATIVA FISCALE ITALIA - SPAGNA

Ecco le diversità esistenti tra il fisco italiano e quello spagnolo.
Studio Legale e di consulenza aziendale in Spagna
Ana Fernandez & Geval

Indirizzo: Calle General Urrutia, 75 – 7A - 46013 Valencia (Spagna)
Tel: +39 0861 18 86 156
Email: abogadafernandez@nonbisinidem.com
Contatti con lo Studio Legale Ana Fernandez & Geval

Brochure dello studio legale
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(11/03/2013 - L.V.)
Le più lette:
» La manovra è legge: tutte le novità punto per punto
» Cani che abbaiano in condominio: Il punto della giurisprudenza
» Legge Pinto: cosa accade ai procedimenti in corso al 1° gennaio 2016?
» Eredità: 10 cose da sapere per una consapevole pianificazione successoria
» Con la depressione si può avere la 104?
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF