Sei in: Home » Articoli

Pubblicità ingannevole e comparativa: nuove norme per ricorrere

Con D.P.R. 11 luglio 2003, n. 284 è stato emanato il regolamento recante norme sulle procedure istruttorie dell'Autorità garante della concorrenza e del mercato in materia di pubblicità ingannevole e comparativa. Il provvedimento disciplina il procedimento che i concorrenti, i consumatori, le loro associazioni ed organizzazioni, il Ministro delle attività produttive, nonchè ogni altra pubblica amministrazione che ne abbia interesse in relazione ai propri compiti istituzionali, anche su denuncia del pubblico, possono attivare al fine di inibire atti di pubblicità ingannevole o di pubblicità comparativa illecita. Il procedimento deve essere concluso entro 75 giorni dalla presentazione della richiesta e l'autorità può anche disporre, in casi di particolare urgenza, la sospensione del messaggio pubblicitario. A conclusione del procedimento può essere disposta la pubblicazione del provvedimento dichiara l'ingannevolezza della pubblicità o l'illiceità della pubblicità comparativa.

( D.P.R. 11/07/2003 , n. 284 , G.U. , 23/10/2003 , n. 247 ) (News pubblicata su autorizzazione di www.leggiditalia.it)
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(28/10/2003 - www.leggiditalia.it)
Le più lette:
» Mediazione e negoziazione assistita: casi di obbligatorietà e aspetti procedurali
» Avvocato si cancella dall'albo per fare il becchino
» Divorzio: addio definitivo all'assegno se lei convive con un altro
» L'appello incidentale nel processo del lavoro
» Debiti sospesi fino a un anno per chi è in difficoltà
In evidenza oggi.
Divorzio: addio definitivo all'assegno se lei convive con un altro
Avvocato si cancella dall'albo per fare il becchino
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF