Sei in: Home » Articoli

Cassazione: il "fermo tecnico" dell'auto incidentata può essere risarcito anche in via equitativa

autovettura automobile auto
In caso di incidente anche la sosta forzata dell'auto presso il carrozziere deve essere risarcita. E' quanto ricorda la Corte di Cassazione spiegando che lasciare un'auto inutilizzata è comunque fonte di costi per il proprietario (tassa di circolazione, premio di assicurazione) e c'è anche da considerare che nel tempo il mezzo subisce anche un naturale deprezzamento di valore. Sulla base di questa motivazione la corte ha dato ragione a un automobilista che aveva chiesto di essere risarcito dei danni per il "fermo tecnico" della sua auto che era rimasta forzatamente in sosta dopo un incidente provocato da un altro automobilista. Inizialmente, il Giudice di Pace di pace di Napoli, riconosceva questa voce di danno all'automobilista ma la sentenza veniva riformata in sede d'Apppello e quel danno veniva quindi negato. Il proprietario del mezzo si è ppoi rivolto alla suprema Corte di Cassazione dove la terza sezione civile con sentenza numero 6907/2012 ha accolto il ricorso facendo notare che pur in assenza di una prova specifica, si può procedere ad una liquidazione equitativa del danno da fermo tecnico "rilevando a tal fine la sola circostanza che il danneggiato sia stato privato del veicolo per un certo tempo, anche a prescindere dall'uso effettivo, a cui esso e' destinato". Il caso dovrà ora essere riesaminato dal tribunale di Napoli che dovrà quantificare l'esatto ammontare del risarcimento da riconoscere all'automobilista per quella sosta forzata.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(15/05/2012 - N.R.)
Le più lette:
» Mediazione e negoziazione assistita: casi di obbligatorietà e aspetti procedurali
» Divorzio: addio definitivo all'assegno se lei convive con un altro
» Avvocato si cancella dall'albo per fare il becchino
» Milleproroghe: le misure per gli avvocati
» L'appello incidentale nel processo del lavoro
In evidenza oggi.
Infortuni: arriva il reato di omicidio sul lavoro
Avvocato e notaio: ecco le professioni più noiose
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF