Sei in: Home » Articoli

Cassazione: giudice non ammette CTU? La sentenza pu˛ essere censurata sotto il profilo dell'omessa o insufficiente motivazione

avvocato toga legge sentenza
Quando il giudice, nonostante la richiesta della parte, non ha voluto nominare un consulente d'ufficio, la mancata nomina pu˛ essere censurata in Cassazione sotto il profilo della omessa o insufficiente motivazione su un punto decisivo della controversia. ╚ quanto afferma la sesta sezione civile della Corte (sentenza n. 5264/2012) facendo notare per˛ che ci˛ Ŕ possibile solo nel caso in cui la consulenza sia l'unico possibile mezzo di accertamento di un fatto determinante per la decisione. Secondo i giudici di Piazza Cavour Ŕ anche necessario che sussistano i presupposti per disporre la consulenza tecnica d'ufficio e che l'esito dell'accertamento peritale sia idoneo ad incidere sulla risoluzione della controversia. Ricordiamo che la possibilitÓ per il giudice di richiedere l'intervento di un esperto e disciplinata dall'articolo 61 del codice di procedura civile.
In base a tale norma "quando Ŕ necessario, il giudice pu˛ farsi assistere, per il compimento di singoli atti o per tutto il processo, da uno o pi¨ consulenti di particolare competenza tecnica". In precedenza la stessa Cassazione (sez. lav. sentenza n. 9379/2010) aveva stabilito, richiaamando a sua volta altri precedenti giurisprudenziali, che "il giudizio sulla necessitÓ o utilitÓ di fare ricorso alla consulenza tecnica d'ufficio rientra nel potere discrezionale del giudice del merito e, se adeguatamente motivato in relazione al punto di merito da decidere, non pu˛ essere sindacato in sede di giudizio di legittimitÓ; con la ulteriore precisazione che la motivazione, sia in ordine alla ammissione della consulenza che al diniego della stessa, pu˛ anche essere implicitamente desumibile dal complesso delle argomentazioni svolte e dalla valutazione del quadro probatorio unitariamente considerato, effettuate dal suddetto giudice".
(10/04/2012 - N.R.)
Le pi¨ lette:
» Avvocati: fino a 500 euro al mese di contributi per pagare i praticanti
» Come si redige il ricorso per Cassazione? La "road map" in una sentenza della Suprema Corte
» Addio compenso per l'avvocato poco accorto
» Drogometro: al via in tutta Italia
» ResponsabilitÓ magistrati: il cittadino pu˛ agire direttamente per chiedere i danni
In evidenza oggi
Divorzio: niente assegno alla ex laureata che torna da mammÓDivorzio: niente assegno alla ex laureata che torna da mammÓ
╚ legale vietare l'accesso alle famiglie con bambini nei ristoranti?╚ legale vietare l'accesso alle famiglie con bambini nei ristoranti?
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF