Sei in: Home » Articoli

Cassazione: impresa che noleggia al Comune struttura fatiscente deve pagare il danno non patrimoniale

tensostruttura tenda circo
Va condannata a risarcire il danno non patrimoniale l'impresa che noleggia al Comune una struttura che si rivela fatiscente e che doveva servire per lo svolgimento di una manifestazione culturale. Secondo i giudici di Piazza Cavour (sentenza n. 4542, depositata il 22 marzo 2012), deve ritenersi configurabile nei confronti dell'ente territoriale il danno non patrimoniale a seguito della risoluzione per inadempimento del contratto stipulato con il fornitore per negligenza di quest'ultimo nell'esecuzione della prestazione. In sostanza anche per gli enti collettivi può configurarsi un pregiudizio di carattere non patrimoniale quando si è di fronte a violazioni di diritti della personalità che risultano tutelati con riferimento alle persone fisiche, quali l'immagine e il prestigio. Nel caso esaminato dai giudici di piazza Cavour un'impresa aveva noleggiato una "tensostruttura" da utilizzare durante una manifestazione culturale.
Questa però si era rivelata inadeguata e conseguentemente ne erano risultata lesi l'immagine e il prestigio dell'ente. Secondo la Corte si tratta di beni essenziali anche per gli enti territoriali rappresentativi, in quanto su essi le amministrazioni costruiscono la loro credibilità politica presso i cittadini, con la conseguenza che la diminuzione della considerazione presso i consociati costituisce un pregiudizio immediatamente risarcibile.
Consulta testo sentenza n. 4542/2012
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(02/04/2012 - Luisa Foti)
Le più lette:
» Equitalia: rottamazione anche per il sovraindebitamento
» Gassani: 1 coppia su 5 in Italia separata in casa, per non finire sul lastrico
» Catene di Sant'Antonio su Whatsapp: chi c'è dietro e chi ci guadagna
» Tasse ridotte dal giudice fino al 90%
» Terremoto: ecco dove finiscono i soldi degli sms di solidarietà
In evidenza oggi.
Avvocati: mantenimento alla ex moglie che ha lasciato la toga
Per la Cassazione se la professione è abbandonata per curare gli interessi del marito, l'assegno va corrisposto anche se il matrimonio è stato breve
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF