Sei in: Home » Articoli

Matrimonialisti: atteggiamenti bellicosi tra genitori separati. Occorre mediazione preliminare

È Gian Ettore Gassani, Presidente nazionale dell'associazione avvocati matrimonialisti italiani, uno dei primi a commentare la recente sentenza della Cassazione che esclude l'affido condiviso in caso di conflittualità tra i genitori. “Purtroppo nel nostro Paese – ha dichiarato il Presidente dei matrimonialisti - almeno l'80% dei coniugi/genitori coinvolti in procedure di separazione e divorzio giudiziali vivono l'esperienza processuale con un atteggiamento bellico e di rivalsa nei confronti della controparte”. A pagare i danni di tali atteggiamenti sono i figli, come rileva Gassani: “spesso tali conflitti si consumano alla presenza dei figli – ha proseguito il matrimonialista - che subiscono danni irreparabili dal punto di vista psicologico. Pertanto litigare davanti ai figli, come già sancito dalla Suprema Corte in passato, costituisce un maltrattamento nei confronti di questi ultimi. Un genitore maltrattante non può essere anche affidatario o coaffidatario dei propri figli. Così, nell'ipotesi di ostilità di un solo coniuge nei confronti dell'altro vittima di aggressioni verbali o giudiziarie, l'affidamento condiviso non può essere applicato. Proprio perchè rappresenta il principio della bigenitorialità, non può essere concesso con un prestampato per il solo fatto di essere genitori'”. Soluzioni? “Mediazione familiare preliminare”, ha chiosato Gassani sottolineando come il considerare la separazione come una guerra sia tipico del nostro paese.
La mediazione – ha da ultimo dichiarato il Presidente Gassani - “ha la stessa funzione di un'anestesia totale mirante a lenire il dolore di chi si sta separando e rischia di strumentalizzare i figli”.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(03/09/2011 - Luisa Foti)
Le più lette:
» Cassazione: il giudice non può mortificare gli avvocati con compensi irrisori
» Il figlio che non aiuta i genitori commette reato
» Diritto all'indennità di accompagnamento e Inps: la Cassazione accoglie la domanda
» Multe e bolli: come si rottamano e cosa si risparmia
» Il rifiuto della notifica di un atto giudiziario
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF