Parcheggi: se il ticket è scaduto, il ritardo si paga!

La nota del Ministero dei Trasporti stabilisce che se la sosta sulle strisce blu è “regolamentata” la multa per chi lascia l'auto oltre l'orario è legittima
parcheggio

di Marina Crisafi – Qualcuno cerca di fare il furbo, altri lo fanno per semplice distrazione, ma qual è l'automobilista che non ha lasciato la propria auto parcheggiata sulle strisce blu sforando il parchimetro?

Bene. D'ora in poi dimenticatelo.

I ritardatari, ovvero coloro che lasciano la macchina “sinedie” sulle strisce blu “regolamentate”, cioè quelle che prevedono il pagamento per determinate fasce orarie e per alcuni giorni alla settimana, saranno destinatari di una multa di almeno 25 euro. A stabilirlo è la nota n. 53284/2015 (qui sotto allegata) emanata dal Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture in risposta al quesito posto dal Comune di Lecce, una delle tante amministrazioni cui la prassi descritta non andava proprio giù.

La diatriba in materia infatti esiste da anni e tutto ha origine dall'art. 7, comma 15 del Codice della Strada (d.lgs. n. 285/1992) che prevede sanzioni amministrative per chi lascia l'auto oltre il periodo consentito laddove la sosta è “limitata o regolamentata”. Da qui la querelle.

Secondo un vecchio parere del Ministero dell'interno la violazione del parchimetro (rispetto alle ore pagate) poteva essere sanzionata sulla base della disposizione del Cds, mentre un successivo parere del 2010, emanato dal dicastero dei Trasporti, negava tale possibilità. A ciò si è aggiunto, nel tempo, l'orientamento della giurisprudenza di legittimità e di merito che ha inquadrato il comportamento di chi paga un periodo di sosta e lascia l'auto parcheggiata con ticket scaduto come una “inadempienza contrattuale”, per cui i Comuni non potevano seguire le vie ordinarie per la riscossione delle somme. Ciò ha sollevato, ovviamente, l'ira delle amministrazioni che avevano ottenuto un nuovo “comunicato” ministeriale, tuttavia non sufficiente per orientare in senso univoco i giudici, per cui la “battaglia” interpretativa è continuata.

Ed ecco che ora è arrivata la recente nota del ministero che modifica le direttive sulla sosta a pagamento legittimando, quando questa è regolamentata, la multa a partire da 25 euro per chi lascia l'auto nel parcheggio col ticket scaduto.

Ma, com'è facile intuire, la battaglia sicuramente non finisce qui.

 

Qui la nota n. 53284/2015
(24/06/2015 - Marina Crisafi)
Le più lette:
» Avvocati: cassazionisti senza esami per tutti gli iscritti ante riforma
» Avvocati: albi online senza segreti
» Tribunale di Fermo: inammissibili i capitoli di prova se contengono le parole "vero che". Tu cosa pensi?
» Padre immaturo? Il figlio va con la madre
» Affitto: la cauzione va restituita anche in caso di danni
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
bottone newsletter Icona Facebook Icona Rss Icona Google plus Icona twitter Icona linkedin
Print Friendly and PDF