Le Ferrovie dello Stato hanno annunciato che rimborseranno l'intero prezzo del biglietto del treno Frecciargento del 16 dicembre scorso, per la tratta Roma-Venezia, più un risarcimento di 150 euro ciascuno, per i viaggiatori che lungo la suddetta tratta, quel giorno rimasero bloccati per molto tempo, a causa della rottura di un cavo elettrico, che non permise la sufficiente elettricità per la locomozione del convoglio 9416. La richiesta era stata avanzata da Federconsumatori, che aveva appunto richiesto il rimborso integrale del biglietto più un risarcimento di 150 euro per viaggiatore, a causa del disagio. Accgliendo in toto le richieste di Federconsumatori, le FS danno vita a un accordo molto più avanzato, rispetto alla stessa disciplina europea, che impone, in questi casi, il rimborso del 50% del prezzo del biglietto. Trattasi, quindi, di un passo avanti notevole, nella direzione di un rapporto più in sintonia con il consumatore-utente del servizio. Ora, i viaggiatori coinvolti potranno richiedere il risarcimento, con apposita domanda, da effettuarsi entro il 10 gennaio, presso le stazioni della tratta coinvolta (Roma Termini, Firenze SMN, Bologna Centrale, Padova, Venezia Mestre e Venezia SL). Sperando che tali disagi non si ripetano più, ad ogni modo è incoraggiante la sensibilità con cui FS ha dimostrato di avere affrontato il caso.

Condividi
Feedback

(08/01/2011 - Emanuele Ameruso)
In evidenza oggi: