Sei in: Home » Articoli

Cassazione: va assolta mamma che nega diritto di visita al padre per una sola volta

Il genitore che per una sola volta non rispetta il provvedimento del giudice sul diritto di visita del genitore non affidatario non può essere condannato sempre che il suo gesto non costituisca una "ripicca". Lo ha stabilito la Corte di Cassazione (sentenza 10701/2010) annullando una condanna per elusione del provvedimento del giudice inflitta dalla Corte d'Appello di Messina ad una donna che aveva negato al marito separato di tenere con la se' la figlia di un anno secondo le modalità indicate nel provvedimento del giudice. In realtà il rifiuto vi era stato solo in relazione ad una giornata e dovuto al "malessere di una notte insonne forse dovuto alla crescita di un dente" della bambina. La donna secondo la Corte doveva essere assolta "perche' il fatto non sussiste".
Altre informazioni su questa sentenza.
(25/03/2010 - Roberto Cataldi)
Le più lette:
» Le aree destinate a parcheggio nel condominio
» Tassa rifiuti: va calcolata una sola volta per tutto l'immobile
» Cassazione: la telefonata registrata è una prova e può essere utilizzata in giudizio
» Autovelox: come difendersi dalle contravvenzioni illegittime
» Affido condiviso: fino a 3 anni il bambino può dormire dal padre solo ogni tanto
In evidenza oggi
Case, assicurazione obbligatoria contro i terremoti in bolletta: la proposta alla CameraCase, assicurazione obbligatoria contro i terremoti in bolletta: la proposta alla Camera
Divorzio: la nuova convivenza dell'ex non basta per dire addio all'assegnoDivorzio: la nuova convivenza dell'ex non basta per dire addio all'assegno
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF