Sei in: Home » Articoli

Cassazione: brogliaccio senza controlli sulla contabilità? Non ha valore

La Sezione Tributaria Civile della Corte di Cassazione (Sent. n. 14014/2009) ha stabilito che non sono non sono sufficienti gli accertamenti fiscali fondati su documenti extracontabili se la Guardia di finanza (o successivamente l'ufficio) non ha effettuato un controllo incrociato fra contabilità dell'azienda e brogliacci. Nel caso di specie la Corte ha osservato che “(…)poiché la controversia è incentrata non sull'esistenza – o meno – di rapporti economici tra essa e la (…), ma sulla loro regolarità fiscale, è evidente che il giudice di appello con l'espressione ‘non provano l'esistenza di rapporti economici tra i soggetti in questione' intendesse che non risultano provati rapporti economici in evasione d'imposta.
Ne consegue che non assume rilievo, ai fini della correttezza della statuizione impugnata, il principio secondo cui, a norma dell'art. 54.2 del d.p.r. n. 633/72, gli uffici possono procedere alla rettifica sulla base di presunzioni gravi, precise e concordanti, tratte da atti e documenti in loro possesso, anche quando si tratti di ‘verbali relativi ad ispezioni eseguite nei confronti di altri contribuenti (…), in quanto il giudice di appello si è pronunziato non già sull'astratta inidoneità dei documenti extracontabili a fondare la rettifica, bensì sulla concreta inidoneità delle risultanze degli stessi a rappresentare presunzioni ‘gravi precise e concordanti'”.
(24/08/2009 - Avv.Cristina Matricardi)
Le più lette:
» Addio definitivo alla Siae
» Processo civile: nessun obbligo di depositare in appello il fascicolo di primo grado
» Come funziona la rottamazione "bis" delle cartelle
» Avvocati: ecco come effettuare il cumulo per andare in pensione prima
» Arriva lo stop per legge alle bollette a 28 giorni
In evidenza oggi
Mammografia: entro 60 giorni o dal privato al costo del ticketMammografia: entro 60 giorni o dal privato al costo del ticket
Responsabilità medica: la Cassazione torna sull'onere probatorio della struttura sanitariaResponsabilità medica: la Cassazione torna sull'onere probatorio della struttura sanitaria
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF