Sei in: Home » Articoli

Bandi di concorso: responsabilità per mancata assunzione

La Sezione Lavoro della Corte di Cassazione, con sentenza n. 6577 dello scorso 8 maggio, ha stabilito che i bandi di concorso per l?assunzione di personale in regime privatistico, se contengono gli elementi del contratto di assunzione che si andrà a stipulare, costituiscono una vera e propria offerta al pubblico. In altre parole, tali bandi sono da considerarsi come una proposta di contratto per coloro che si sono collocati utilmente in graduatoria. Di conseguenza, afferma la Suprema Corte, se i vincitori non vengono assunti, sorge a carico del proponente una responsabilità contrattuale per inadempimento che importa l?obbligo di risarcire il danno. Tale obbligo non viene meno neppure se il proponente invoca la sua buona fede o il convincimento di non essere tenuto all?assunzione.
(21/06/2002 - Roberto Cataldi)
Le più lette:
» Pensioni donne: arriva la riduzione fino a 2 anni per chi ha figli
» Isee precompilato: obbligatorio da settembre 2018
» Assicurazione avvocati: i vantaggi della polizza CNF e come aderire
» Documenti: per quanto tempo vanno conservati?
» Il TFR in busta paga - Guida con fac-simile di richiesta
In evidenza oggi
Cassazione: niente usura sopravvenutaCassazione: niente usura sopravvenuta
Cannabis terapeutica: sì della CameraCannabis terapeutica: sì della Camera
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF