Sei in: Home » Articoli

Bandi di concorso: responsabilitā per mancata assunzione

La Sezione Lavoro della Corte di Cassazione, con sentenza n. 6577 dello scorso 8 maggio, ha stabilito che i bandi di concorso per l?assunzione di personale in regime privatistico, se contengono gli elementi del contratto di assunzione che si andrā a stipulare, costituiscono una vera e propria offerta al pubblico. In altre parole, tali bandi sono da considerarsi come una proposta di contratto per coloro che si sono collocati utilmente in graduatoria. Di conseguenza, afferma la Suprema Corte, se i vincitori non vengono assunti, sorge a carico del proponente una responsabilitā contrattuale per inadempimento che importa l?obbligo di risarcire il danno. Tale obbligo non viene meno neppure se il proponente invoca la sua buona fede o il convincimento di non essere tenuto all?assunzione.
(21/06/2002 - Roberto Cataldi)
In evidenza oggi:
» Addio divorzio breve, arriva la mediazione
» Bestemmia: multa solo per chi offende Dio
» Pensione invaliditā solo ai residenti in Italia
» Processo civile telematico: le novitā in vigore da oggi
» Il diritto di critica politica come esimente del reato di diffamazione

Newsletter f g+ t in Rss