Tribunale di Pescara: responsabilità medica e dovere di informazione

Con sentenza n. 324/04 il Tribunale di Pescara ha ritenuto un medico chirurgo responsabile dei danni patrimoniali e non patrimoniali, provocati ad una paziente a seguito di un intervento di chirurgia estetica sul rilievo che il sanitario convenuto non ha, come invece è suo onere, “provato il proprio adempimento del dovere di informazione cui era obbligato nell’ambito del rapporto contrattuale instaurato con l’attrice”. Da ciò - afferma sempre il Tribunale – consegue, “a prescindere dalla corretta esecuzione dell’intervento, l’ascrivibilità al convenuto sanitario a titolo di responsabilità sia contrattuale che aquiliana, degli eventi dannosi conseguiti alla paziente dall’esecuzione dell’intervento chirurgico praticatole senza un suo previo consenso effettivamente informato”.
Tribunale di Pescara, 9 settembre 2004, n. 324
(Si ringrazia l'Avv. Filippo De Rosa per aver segnalato la sentenza e trasmesso il testo integrale)
(06/05/2005 - Avv.Francesca Romanelli)

In evidenza oggi:
» Condominio: il convegno di StudioCataldi.it a Roma
» Famiglia: i modelli per la redazione degli atti
» Divorzio: niente assegno all'ex moglie scansafatiche
» Reddito di cittadinanza, "nuove strette anti furbetti"
» Processo civile telematico: nulle le notifiche all'indirizzo Ini-Pec?
Newsletter f t in Rss