eu europa
E' stato dato il via libera dalla commissione europea a una nuova rete di "super esperte" con l'obiettivo di promuovere l'imprenditoria femminile attraverso la condivisione di know-how ed esperienza. lo rende noto il dipartimento politiche europee che, in un comunicato stampa, evidenzia come le donne rappresentino "solo il 34,4% dei lavoratori autonomi in Europa. Per aumentare questa percentuale, donne d'affari di successo presteranno assistenza alle imprenditrici che hanno fondato una nuova impresa da due a quattro anni fa. Le 'super consulenti' forniranno alle nuove imprenditrici consigli pratici su come gestire e far prosperare le rispetimprese in questa prima fase critica delle loro attività, oltre ad aiutarle a sviluppare le competenze trasversali necessarie e a fornire sostegno. La rete coinvolge 17 paesi europei, tra cui anche l'Italia, e 170 figure di successo". Il vicepresidente della commissione UE responsabile dell'industria, Antonio Tajani, in proposito ha dichiarato che "la creatività e le potenzialità imprenditoriali femminili rappresentano chiaramente la fonte di crescita economica e di nuovi posti di lavoro meno sfruttata, che va dunque ulteriormente sviluppata in Europa". Non possiamo rinunciare a questa potenzialità - continua Tajani - specie in un momento di crisi in cui "incrementare il numero delle imprenditrici significa dare maggior potere economico alle donne e contribuire alla crescita".

Condividi
Feedback

In evidenza oggi: