Secondo quanto dichiara il procuratore Hatlo al quotidiano Aftenposten, l'autore della strage di venerdì scorso in Norvegia (Anders Behring Breivik, responsabile anche della morte delle otto persone uccise dalla bomba piazzata nel centro di Oslo ) potrebbe essere incriminato per crimini contro l'umanità. Un'ipotesi questa che potrebbe comportare una condanna fino a trent'anni di reclusione. Nel frattempo la polizia norvegese ha assicurato che presto darà conferma ufficiale sui nominativi delle persone che hanno perso la vita nella strage. Secondo gli organi di stampa norvegesi sull'isola in cui si svolgeva il campeggio dei laburisti, sarebbero stati trovati 57 ragazzi uccisi mentre altri 10 sarebbero stati trovati in mare dove sarebbero stati colpiti dall'estremista di destra mentre cercavano di fuggire e di mettersi in salvo a nuoto.

Condividi
Feedback

In evidenza oggi: