Sei in: Home » Articoli

Rifiuti speciali e pericolosi, da settembre in vigore il Sistri

Il Ministero dell'Ambiente rende noto che è stato raggiunto l'accordo con Confindustria e Rete Imprese per rimodulare l'entrata in vigore del Sistri, sistema di tracciabilità dei rifiuti speciali e pericolosi. Il Sistri entrerà in vigore dal° settembre c.a., e sarà attuato, in un percorso di progressivo coinvolgimento di tutte le imprese italiane, “ nel comune intento di mettere in campo un sistema capace di coniugare trasparenza, semplificazione amministrativa, tutela della legalità.” E' lo stesso Ministro Stefania Prestigiacomo a sottolineare, in un comunicato, l'importanza dell'intesa raggiunta con Confindustria e la Rete Imprese: il Sistri “è stato pensato per agevolare il lavoro delle imprese non certo per complicarlo. Credo che la rimodulazione in chiave di progressività dell'entrata in vigore del Sistri sarà utile a collaudare al meglio il sistema e aiuterà le aziende a prendere confidenza con le nuove procedure elettroniche”. La fase di entrata in vigore del Sistri inizierà il 1°settembre 2011, quando saranno coinvolte le aziende con oltre 500 dipendenti, gli impianti (smaltimento e incenerimento) e i trasportatori autorizzati a carichi annuali di oltre 3000 tonnellate di rifiuti. Progressivamente, in varie tappe, già dal mese successivo (1° ottobre c.a.), saranno coinvolte le altre aziende con numero di dipendenti inferiore.
Il Ministero dell'Ambiente rende noto, inoltre, che nella prima fase le eventuali sanzioni saranno attenuate, al fine di permettere alle aziende di recepire, in pieno, il nuovo accordo.
(30/05/2011 - Emanuele Ameruso)
In evidenza oggi:
» Cassazione: non punibile chi va a spasso con un coltello in auto
» Divorzio: dopo quanto tempo si può chiedere?
» Riforma penale: ok al principio di riserva di codice
» Divorzio: quando la moglie deve restituire il 50% delle rate del mutuo pagate per intero dal marito?
» Assegni familiari e di maternità: i nuovi importi 2018


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss