Sei in: Home » Articoli

Cassazione: va processato Tossicodipendente che commette reato anche se era in crisi di astinenza

Anche se in crisi di astinenza, il tossicodipendente che commette un reato pu˛ essere processato. ╚ con una recente sentenza che la Cassazione ha enunciato questo principio di diritto. Secondo i giudici della Suprema Corte, lo stato di agitazione in cui si trova il tossicodipendente che riduce la dose abituale realizza una mera condizione di stato emotivo e non passionale. Tale stato non inciderebbe sugli ambiti dell'intendere e volere, la cui incidenza, al contrario risulta necessaria affinchŔ il soggetto agente possa non essere ritenuto responsabile del reato contestatogli.
La Corte ha poi aggiunto che tale situazione pu˛ solo incidere nell'ambito del trattamento sanzionatorio. La sesta sezione penale ha dunque bocciato il ricorso presentato dalla difesa di un tossicodipendente, condannato per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali in preda ad una crisi di astinenza.
Altre informazioni sulla sentenza
(13/05/2011 - Luisa Foti)
In evidenza oggi:
» Multa: possibile l'annullamento in autotutela?
» Divorzio: niente assegno alla ex che da separata conduce una vita dignitosa
» L'assegno sociale
» Tredicesima: a chi spettano i 154 euro in pi¨?
» Il disconoscimento di paternitÓ - guida con fac-simile


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF