Sei in: HomeGuide LegaliEreditÓ e successioni ╗ Diseredazione

La diseredazione

Cos'Ŕ la diseredazione, il dibattito sull'ammissibilitÓ della clausola di diseredazione, la giurisprudenza, la portata e gli effetti
Le successioni ereditarie
  1. Cos'Ŕ la diseredazione
  2. Il dibattito sull'ammissibilitÓ della diseredazione
  3. L'intervento della Corte di Cassazione
  4. Portata ed effetti della clausola di diseredazione

Cos'Ŕ la diseredazione

[Torna su]

La diseredazione Ŕ la disposizione testamentaria nella quale il de cuius dichiara di escludere un determinato soggetto dalla propria successione. L'ammissibilitÓ di una clausola siffatta Ŕ stata, ed Ŕ tutt'ora oggetto di ampio dibattito in dottrina ed in giurisprudenza.

Il dibattito sull'ammissibilitÓ della diseredazione

[Torna su]

In tempi meno recenti, aderendo al dato letterale dell'art. 587 c.c. secondo cui il testamento Ŕ un atto con il quale taluno "dispone, per il tempo in cui avrÓ cessato di vivere, di tutte le proprie sostanze" si sosteneva che il testamento potesse contenere solamente disposizioni di carattere patrimoniale e, non avendo la clausola di diseredazione contenuto patrimoniale, detta clausola non potesse essere apposta ad un testamento. 

Contrariamente a tale teoria, si sosteneva che, sebbene la diseredazione non attribuisse direttamente un patrimonio, aveva un effetto dispositivo indiretto: la quota della quale non veniva beneficiato il diseredato si sarebbe devoluta agli altri chiamati.

L'intervento della Corte di Cassazione

[Torna su]

In merito la Suprema Corte, nella sentenza 23.11.1982, n. 6339, come confermata dalla sentenza 18.06.1994, n. 5895 ha enunciato che la diseredazione di alcuni successibili pu˛ valere a fare riconoscere una contestuale volontÓ istitutiva degli altri successibili non diseredati solo quando, dal tenore della scheda testamentaria, risulti la effettiva esistenza dell'anzidetta volontÓ del testatore.

Inoltre, Ŕ da notare, che l'assunto sulla quale si fonda la teoria negativa in merito all'ammissibilitÓ di una clausola di diseredazione non tiene conto del fatto che il legislatore medesimo dispone la possibilitÓ di inserire, all'interno della scheda testamentaria, disposizioni che non hanno carattere patrimoniale: si pensi al riconoscimento di un figlio, alle disposizioni a favore dell'anima, alle disposizioni in merito alla propria sepoltura, ecc.

Portata ed effetti della clausola di diseredazione

[Torna su]

Accogliendo quindi la dottrina e giurisprudenza che ammettono la clausola di diseredazione, il problema diviene stabilirne la portata e gli effetti

Quali soggetti si posso diseredare? 

Sicuramente Ŕ possibile diseredare soggetti estranei al proprio nucleo familiare (per i quali, salvo casi particolari, non si aprirebbe nemmeno la successione), Ŕ altresý possibile diseredare i propri familiari entro il sesto grado purchÚ non siano legittimari

La Suprema Corte, nell'interessante pronuncia 25.05.2012, n. 8352 ha, in primis, ribadito la validitÓ di una scheda testamentaria contenente solo la clausola di diseredazione ed, in secundis, ha specificato la validitÓ di una diseredazione a favore degli eredi legittimi, non legittimari

I legittimari, essendo titolari di una quota di patrimonio, non potrebbero vedersi esclusi dalla successione per diseredazione. 

Autorevole dottrina, in un'analisi molto articolata, sostiene la validitÓ di una clausola di diseredazione del legittimario in quanto il rimedio che dovrebbe esperire il legittimario pretermesso, sarebbe la medesima azione di riduzione prevista per le ipotesi di lesione o pretermissione. 

Un esempio pratico

Un esempio pratico potrebbe aiutare a chiarire: se Tizio ha, quale legittimario, solamente il figlio Caio pu˛, con testamento, nominare erede universale l'amico Sempronio (escludendo, di fatto, il figlio Caio) ma non pu˛, per la giurisprudenza e la dottrina dominante, diseredare direttamente il figlio. Gli effetti sarebbero i medesimi: in entrambi i casi il figlio Caio dovrebbe agire con un'azione di riduzione.

Dott.ssa Francesca Tessitore

Condividi
Seguici
Feedback

Newsletter f t in Rss