Sei in: Home » Guide Legali » Impresa e società

La srl semplificata

Avv. Valeria Zeppilli - Nell'ambito delle società a responsabilità limitata, il legislatore, con il D.L. n. 1/2012 ha introdotto nel Codice Civile la figura della s.r.l. semplificata, disciplinata dall'art. 2463-bis. Si tratta di un sottoinsieme della s.r.l., pensato con l'intento di favorire la nascita di nuove società e l'imprenditorialità giovanile. 

Le caratteristiche della società a responsabilità limitata

[Torna su]

Le caratteristiche di una società a responsabilità limitata semplificata rispetto al tipo standard stanno nel fatto che i costi notarili sono abbattuti e che il capitale sociale può essere pari anche soltanto a un euro. Bisogna dare subito conto del fatto, tuttavia, che quest'ultimo non può essere superiore a € 9.999,99, deve essere sottoscritto e interamente conferito al momento della costituzione e va versato all'amministratore o agli amministratori e che i conferimenti devono essere fatti necessariamente in denaro

L'atto costitutivo

[Torna su]

Per bilanciare l'abbattimento dei costi di avvio della società e legittimare l'esiguità del suo capitale sociale, la disciplina della s.r.l. semplificata prevede che l'atto costitutivo, redatto sempre per atto pubblico, sia conforme al modello standard predisposto dal Ministro della giustizia, di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze e con il Ministro dello sviluppo economico.

In esso devono essere indicati:il cognome, il nome, la data, il luogo di nascita, il domicilio e la cittadinanza di ciascun socio; la denominazione sociale con l'espressa indicazione del particolare tipo sociale; il comune in cui si trovano la sede principale e le eventuali sedi secondarie; l'ammontare del capitale sociale; il luogo e la data di sottoscrizione; l'indicazione di quali siano gli amministratori, la loro nomina e l'eventuale nomina del revisore legale dei conti; l'oggetto sociale; la quota di partecipazione di ciascun socio; le norme relative al funzionamento della società.

Le clausole previste dal modello standard di atto costitutivo sono inderogabili e, almeno quelle minime essenziali, non possono essere personalizzate dai soci. 

I soci della srls

[Torna su]

La costituzione di una società a responsabilità limitata semplificata può avvenire per atto unilaterale, con la conseguenza che anche essa può configurarsi come società unipersonale, in cui, di fatto, vi è un solo socio.

L'originaria disciplina di tale tipologia sociale prevedeva che la sua costituzione fosse possibile solo da parte di soggetti che non avessero compiuto i 35 anni di età, ma ora, a seguito delle modifiche introdotte con la legge n. 99/2013, non esistono più vincoli di età per costituire una s.r.l.s.. In ogni caso, ancora oggi la qualifica di socio di società a responsabilità limitata semplificatapuò essere assunta solo da persone fisiche, restando escluse le persone giuridiche.

In origine si prevedeva, inoltre, che l'amministrazione potesse essere affidata esclusivamente ai soci, mentre oggi anche per le s.r.l.s. sono state aperte le porte agli amministratori non soci

La trasformazione della srls in srl e viceversa

[Torna su]

Laddove i soci vogliano trasformare la società a responsabilità limitata semplificata in una società a responsabilità limitata tradizionale o viceversa, sarà sufficiente procedere ad una semplice modificazione statutaria. E' fondamentale, però, che nel passaggio dall'uno all'altro modello vengano garantiti i requisiti richiesti dal modello di destinazione: ad esempio, è possibile trasformare una s.r.l. in una s.r.l.s. solo in assenza di soci persone giuridiche. E' poi ovviamente necessario, a seconda dei casi, deliberare un aumento ad almeno € 10.000,00 o una diminuzione a massimo € 9.999,99 del capitale sociale.   

Per tutto quanto non espressamente disciplinato, alla società a responsabilità limitata semplificata si applicano le disposizioni che regolano la s.r.l. ordinaria, in quanto compatibili.