La Terza Sezione Penale della Corte di Cassazione ha deciso per una linea dura contro la violenza negli stadi. Difatti, con la Sentenza n. 33864 del 5 settembre 2007 ha stabilito che possono essere banditi dalle competizioni sportive, con ordine del Questore (provvedimento di divieto temporaneo) al pari degli ultras anche, i calciatori, gli allenatori e tutti i tesserati alla FIGC che vengono coinvolti in risse dentro e a bordo campo.
Gli Ermellini infatti hanno distinto fra condotte generanti turbative negli stadi, per cui il provvedimento del Questore ha valore sia per i tesserati che per i non tesserati, e condotte legate strettamente alla pratica dello sport, per cui valgono solo le squalifiche della Federazione.
L'eccezione alla regola è quindi naturalmente prevista solo per i cd. falli strettamente legati all'attività sportiva.

Condividi
Feedback

(07/09/2007 - Avv.Cristina Matricardi)
In evidenza oggi: