Il decreto ministeriale fissa il differimento dei termini della prima sessione dell'anno 2020 degli esami di Stato, ma solo per alcune professioni
Scrivere occhiali penna sentenza letture

di Gabriella Lax - Mentre per altre professioni si hanno già le coordinate su quando sono fissate le date per le prove, avvocati e notai sono ancora in attesa.

Differimenti esami di Stato

[Torna su]

È stato il decreto ministeriale 24 aprile 2020, n. 38 a stabilire il "Differimento date prima sessione Esami di Stato 2020". Si tratta di un provvedimento del Ministero dell'Università che ha stabilito il differimento dei termini della prima sessione dell'anno 2020 degli esami di Stato delle Professioni regolamentate dal D.P.R. n. 328/2001, non regolamentate e di dottore commercialista ed esperto contabile, nonché di revisore legale.

Modalità per il tirocinio

[Torna su]

Nello stesso decreto, come ricorda il Sole 24 Ore, l'articolo 2 del decreto, in deroga alle norme vigenti, dispone che le commissioni per la prima sessione di esame 2020 siano nominate con decreto rettorale degli atenei, in accordo con gli ordini professionali territoriali. I candidati che al momento della presentazione della domanda di ammissione non hanno ancora completato il tirocinio (che, ricordiamo, può essere svolto a distanza), ma lo completeranno entro la data di inizio degli esami, dovranno indicare nella stessa domanda che si impegnano a produrre l'attestato di compiuta pratica professionale prima dello svolgimento degli esami. Ma non si fa alcuna menzione della modalità di svolgimento degli esami.

Avvocati e notai in attesa di una data

[Torna su]

Da indiscrezioni riportate pare che era già stato scritto l'articolo del decreto ma ancora si aspetta "un ok" che potrebbe arrivare a breve. L'articolo dovrebbe stabilire misure urgenti riguardo al concorso notarile e all'esame di abilitazione all'esercizio della professione forense. Si punta a ultimare le procedure e le attività relative al concorso per 300 posti per notai bandito con decreto dirigenziale il 16 novembre 2018 e all'esame di abilitazione all'esercizio della professione di avvocato bandito con decreto del ministro della Giustizia dell'11 giugno 2019. Tra le novità, la correzione degli elaborati scritti con modalità di collegamento a distanza e la possibilità per gli aspiranti avvocati di fare gli esami orali (programmati sino al 30 settembre 2020), in modalità di collegamento da remoto.

Condividi
Feedback

In evidenza oggi: