Sei in: Home » Articoli

Mutuo: quando si perfeziona

Condividi
Seguici

Il mutuo è un contratto reale che si perfeziona con la consegna di denaro dalla banca al cliente, anche se la somma sia versata su un deposito cauzionale
una clessidra fatta di monete

di Valeria Zeppilli - Il mutuo è un contratto avente natura reale ed efficacia obbligatoria, che si perfeziona con la consegna di denaro dal mutuante al mutuatario.

Tuttavia, la traditio idonea a perfezionare il mutuo non coincide solo con la consegna materiale e fisica del denaro ma ciò che rileva è il conseguimento della disponibilità delle somme da parte del mutuatario.

  1. Erogazione di fondi
  2. La giurisprudenza della Cassazione sul perfezionamento del mutuo
  3. Il tribunale di Napoli

Erogazione di fondi

Infatti, può parlarsi di erogazione di fondi utile a perfezionare il contratto ogniqualvolta una somma di denaro esca dal patrimonio della banca per entrare a far parte di quello di chi ha richiesto il prestito e, quindi, anche quando tale somma sia poi versata su un deposito cauzionale e non possa quindi essere immediatamente utilizzata dal mutuatario.

La giurisprudenza della Cassazione sul perfezionamento del mutuo

A tale riguardo, è particolarmente chiara la sentenza della Corte di cassazione numero 19654/2019 qui sotto allegata, che, facendo seguito a un orientamento ormai consolidato, ha sancito che vi è erogazione di fondi anche se parte delle somme uscite dal patrimonio della banca per fare l'ingresso in quello del cliente sia stata versata su un deposito cauzionale infruttifero, destinato a essere svincolato a seguito dell'adempimento, da parte del mutuatario, degli obblighi e delle condizioni contrattuali che lo legano alla banca.

Il tribunale di Napoli

Tra la giurisprudenza di merito sul punto, può essere invece segnalata la sentenza numero 3477/2017 del Tribunale di Napoli, in cui si legge che "Il contratto di mutuo è un contratto reale, che quindi si perfeziona con la consegna della somma data a mutuo, tuttavia è sufficiente la semplice disponibilità giuridica di detta somma che può ritenersi sussistente, come equipollente della traditio, nel caso in cui il mutuante crei un autonomo titolo di disponibilità in favore del mutuatario".


Vai alla guida Il mutuo

Scarica pdf sentenza Cassazione numero 19654/2019
Valeria Zeppilli
Consulenza Legale
Avvocato e dottore di ricerca in Scienze giuridiche, dal 2015 fa parte della redazione di Studio Cataldi -- Il diritto quotidiano. Collabora con la cattedra di diritto del lavoro, diritto sindacale e diritto delle relazioni industriali dell'Università 'G. D'Annunzio' di Chieti - Pescara.
(26/07/2019 - Valeria Zeppilli) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Cassazione: l'ordinanza che mette a rischio centinaia di notifiche
» Divorzio: la Cassazione spazza via il tenore di vita

Newsletter f t in Rss