Patenti: cambiano i certificati medici

Condividi
Seguici

Le nuove norme approvate in via definitiva dal Governo prevedono la sostituzione di tre certificati con un unico modello di attestazione del possesso dei requisiti di idoneità psicofisica
medico che rilascia certificato

di Gabriella Lax - Un solo modello rispetto ai tre previsti finora: arrivano nuove norme per i certificati medici per i conducenti dei veicoli a motore.

Il Consiglio dei ministri ha approvato infatti, in esame definitivo, il regolamento, da attuarsi mediante decreto del Presidente della Repubblica, che "introduce nuove norme sui certificati medici attestanti l'idoneità psicofisica dei conducenti di veicoli a motore".

Certificati medici: arriva unico modello

Le nuove norme, come si legge nel comunicato di palazzo Chigi, prevedono la sostituzione di tre certificati con un unico modello di attestazione del possesso dei requisiti di idoneità psicofisica.

Nella nuova attestazione non sono più riportati alcuni dati sensibili attualmente previsti ma soltanto i dati anagrafici del soggetto sottoposto ad accertamento, il giudizio di idoneità al rilascio o alla conferma di validità della patente di guida, la prescrizione di eventuali adattamenti, protesi o ortesi o limitazioni alla guida in funzione dell'invalidità del conducente, riportati con i codici comunitari armonizzati.

Le modifiche rientrano nell'obiettivo fissato dal Codice dell'amministrazione digitale, che impone alle amministrazioni pubbliche di favorire il processo di dematerializzazione degli atti procedimentali.

Il testo approvato tiene conto dei pareri espressi dalla sezione consultiva del Consiglio di Stato.

Vai alla guida Patente a punti

(23/03/2019 - Gabriella Lax) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Permesso di costruire rimborsabile se non usato o usato in parte
» Minaccia aggravata per chi insulta l'amministratore di condominio
» Cassazione: Ť reato fingere di amare per farsi pagare
» Minaccia aggravata per chi insulta l'amministratore di condominio
» Ricerca beni da pignorare: ecco le linee guida di Milano

Newsletter f t in Rss