Sei in: Home » Articoli

La petizione

Condividi
Seguici

Breve guida all'istituto della petizione. Cos'è, come è disciplinata, come scriverla, la petizione europea e la petizione online
mani che reggono lettere petizione

di Luca Passarini - La petizione è uno degli istituti di democrazia diretta più diffusi nel nostro ordinamento. Vediamo quindi cos'è, come è disciplinata e in quali forme si può estrinsecare.

Indice:

  1. Cos'è la petizione
  2. Petizione: art. 50 Costituzione
  3. Petizione al Parlamento
  4. Petizione europea
  5. Petizione: come funziona
  6. Come scrivere una petizione
  7. Petizione online

Cos'è la petizione

Sostanzialmente, la petizione è una richiesta, rivolta a un'autorità o a un ente pubblico, fatta da più persone congiuntamente e avente a oggetto delle misure legislative o degli interventi normativi volti a soddisfare necessità di carattere comune. A tale ultimo proposito, si segnala che non rientra nel concetto di petizione la richiesta volta a soddisfare un semplice interesse di un solo individuo.

Petizione: art. 50 Costituzione

La Costituzione italiana riconosce e garantisce il diritto di petizione all'articolo 50, affermando che "Tutti i cittadini possono rivolgere petizioni alle Camere per chiedere provvedimenti legislativi o esporre comuni necessità".


Petizione al Parlamento


Operativamente, le fonti autorizzate a disciplinare come deve comportarsi il Parlamento quando riceve una petizione sono i regolamenti parlamentari.

Delle petizioni le Commissioni competenti possono deliberare, previa nomina di un relatore, la presa in considerazione o l'archiviazione (artt. 140 e 141 R.S.) e ugualmente le petizioni pervenute alla Camera sono esaminate dalle Commissioni competenti. L'esame in Commissione può concludersi con una risoluzione diretta ad interessare il Governo alle necessità esposte nella petizione ovvero con una decisione di abbinamento con un eventuale progetto di legge all'ordine del giorno. (art. 109 R.C.). Nonostante sia disciplinato da più fonti è in realtà uno strumento poco incisivo e generico.

Petizione europea

La petizione è anche l'oggetto di uno dei diritti fondamentali dell'Unione Europea, in virtù di quanto sancito dall'articolo 227 del TFUE.

In particolare, tutti i cittadini dell'Unione o che risiedono in uno Stato membro UE possono presentare una petizione al Parlamento europeo, sia individualmente che insieme ad altri. Possono procedervi anche le società, le organizzazioni e le associazioni che hanno la propria sede sociale all'interno dell'Unione.

Le petizioni devono avere a oggetto una materia rientrante nel campo di attività dell'UE e possono o contenere una richiesta personale, un reclamo o un'osservazione o contenere un invito al Parlamento a pronunciarsi su una certa questione.

Petizione: come funziona

Le petizioni devono essere indirizzate al Presidente del Senato o della Camera. Il Servizio dell'Assemblea ne cura l'annuncio sul resoconto dei lavori dell'Aula e il deferimento alle Commissioni competenti. La presentazione, affermano i siti parlamentari istituzionali, può avvenire per posta ordinaria, oppure per fax o email. La petizione deve essere personalmente sottoscritta dal presentatore (o dai presentatori), che indicherà anche un recapito per la successiva corrispondenza. Al fine di accertare il possesso del requisito della cittadinanza italiana, inoltre, è necessario allegare copia di un documento di identità valido (solo del primo firmatario, in caso di più presentatori).

Ma le petizioni non sono solo quelle rivolte al Parlamento.

Le stesse, ad esempio, possono essere rivolte anche al Comune, tenendo conto che, in virtù di quanto stabilito dal TUEL, tutti gli Statuti comunali devono prevedere delle procedure per l'ammissione di istanze di cittadini singoli o associati che siano dirette a promuovere interventi per la migliore tutela di interessi collettivi e devono determinare le garanzie per il loro tempestivo esame.

Come scrivere una petizione

La predisposizione di una petizione non segue particolari formalità. Basta predisporre il testo in carta libera, descrivendo il problema e proponendo le eventuali soluzioni.
A questo punto, per rendere più efficace la petizione, è consigliabile raccogliere il maggior numero di firme possibile.

Petizione online

Nel linguaggio comune, con il termine petizione si fa riferimento più in generale a qualsiasi documento che sia sottoscritto da più individui e che contenga una specifica richiesta, di qualsiasi genere, indirizzata a un ente pubblico o a un soggetto privato.
Su questo fronte, si sono particolarmente diffuse nel corso degli ultimi anni le petizioni online, che sono "lanciate" utilizzando specifici portali web e che sono condivise tramite i social network con il fine di ottenere il maggior numero di adesioni possibile.


(02/04/2019 - StudenteLuca Passarini) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Cassazione: è reato usare i gatti per infastidire la vicina
» Minaccia aggravata per chi insulta l'amministratore di condominio
» Cassazione: reato fingere di amare per farsi pagare
» Matrimonio per finta in tv: valido
» Rottamazione e saldo e stralcio: termini riaperti fino al 31 luglio

Newsletter f t in Rss