Sei in: Home » Articoli

Buche stradali: risarcimento danni, come fare

Domanda risarcitoria ai sensi dell'art. 2051 c.c. per l'omessa o incompleta manutenzione delle strade da parte degli enti pubblici
uomo giovane che cade nella buca in strada

Avv. Giulia Aldini - Gli ultimi accadimenti verificatisi nel nostro paese hanno reso più che mai attuale il tema del danno da buche stradali.

Buche stradali: come ottenere il risarcimento

Si tratta di uno dei cosiddetti danni da insidia che può verificarsi anche in caso di presenza di materiali sull'asfalto (ghiaia, ghiaccio, olio, etc.), marciapiedi sconnessi, caduta di alberi, etc. La responsabilità per tali eventi è imputabile alla Pubblica Amministrazione, la quale sia proprietaria o gestisca il bene demaniale.

Per ottenere il risarcimento per quanto accaduto occorrerà quindi effettuare una domanda risarcitoria ai sensi dell'art. 2051 c.c. per l'omessa o incompleta manutenzione delle strade da parte degli enti pubblici a ciò preposti. Una volta accertato il nesso di causalità, si potrà escludere la responsabilità della Pubblica Amministrazione solo nel caso in cui la stessa riuscirà a provare di aver fatto tutto ciò che era in suo potere affinché il danno non si verificasse e che non vi sia concorso di colpa del danneggiato nella causazione del sinistro ai sensi dell'art. 1227 c.c., né cause di forza maggiore.

Risulta di fondamentale importanza, perciò, l'imprevedibilità della presenza della buca sull'asfalto (o di altra anomalia) e l'inevitabilità del sinistro. Il danneggiato dovrà provare l'evento in cui è stato coinvolto e la condizione di oggettivo pericolo (Cassazione civile, sez. III, 18/05/2012, n. 7937).

Buche stradali: come documentare il sinistro

Si consiglia, pertanto, di documentare attentamente il sinistro non appena accaduto e di effettuare in loco i seguenti adempimenti:

1. fotografare luogo del sinistro (in particolar modo l'insidia) e i veicoli coinvolti;

2. chiamare le Forze dell'Ordine al fine di ottenere un verbale di quanto accaduto;

3. raccogliere le testimonianze dei presenti.

Il danneggiato potrà poi rivolgersi ad un legale e/o inviare una formale richiesta di risarcimento danni al competente ufficio dell'Amministrazione, che provvederà ad inoltrare la richiesta di risarcimento alla propria Compagnia Assicurativa.

Vai alla guida Insidie stradali: la responsabilità della P.A.

AVV. GIULIA ALDINI

VIALE G. MATTEOTTI, 567 – CESENA (FC)

Cell. 348.0506867 - Fax 0547.335589

e-mail: avv.aldinigiulia@gmail.com

Facebook: Avvocato Giulia Aldini

(16/03/2018 - Avv.Giulia Aldini) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Danno parentale: la nuova tabella di Milano
» Pedoni: multe fino a 100 euro per chi sosta in gruppo sui marciapiedi
» Le indagini del pubblico ministero
» Praticanti avvocati: da settembre le nuove regole
» Affido materialmente condiviso: una grossa opportunità per i nostri figli

'codice widgetpack temporaneamente spostato nella raccolta codici
Newsletter f g+ t in Rss