Sei in: Home » Articoli

Raccomandata 1: quando il tempo stringe...

Guida pratica sul servizio offerto da Poste italiane che consente il recapito entro un giorno lavorativo. Vediamo in cosa consiste la raccomandata 1 e quale il suo valore legale
cronometro che segna tempo concetto di consegna veloce

di Mara M. - La Raccomandata 1 è un servizio offerto da Poste Italiane del tutto simile all'invio di una raccomandata ordinaria, ma… molto più celere. La Raccomandata 1 garantisce infatti - nella maggior parte dei casi - il recapito della corrispondenza al destinatario entro 1 solo giorno (da qui il nome) lavorativo successivo a quello della accettazione/spedizione (1).

Raccomandata 1: come funziona e quanto costa

Naturalmente, a patto che il destinatario, o un suo convivente o altra persona autorizzata a ricevere la posta per conto dello stesso, siano reperibili! In caso contrario, dopo 2 tentativi di consegna andati a vuoto, verrà lasciato nella cassetta postale del destinatario un avviso di giacenza, con l'indicazione dell'ufficio presso cui il plico resterà depositato per i successivi 15 giorni. Se entro detto termine la raccomandata non viene ritirata, sarà rispedita al mittente a costo zero.

Il costo del servizio - leggermente superiore a quello dovuto per le raccomandate classiche - varia in funzione di peso e dimensioni del piego da inviare, a partire da un minimo di 6,40 euro.

Raccomandata 1 con prova di consegna

È possibile scegliere la versione "semplice" oppure una Raccomandata 1 con prova dell'avvenuta consegna, pagando una tariffa maggiorata di quasi il 50% rispetto al prezzo-base. In questo caso, il ricevente dovrà firmare al postino la cartolina di consegna, il cui talloncino verrà rispedito al mittente.

Perché inviare una Raccomandata 1

È consigliabile ricorrere alla Raccomandata 1 quando si ha necessità di comunicare o trasmettere qualcosa in tempi molto rapidi. Ad esempio, può essere utile per inoltrare una domanda di partecipazione a un concorso, per la cui accettazione faccia fede la data di arrivo anziché il timbro postale apposto al momento della spedizione. O magari, quando si intende presentare ricorso avverso una contravvenzione e il periodo di 60 giorni prescritto dalla legge si avvicina ormai alla scadenza (anche in questo caso, infatti, fa fede la data di consegna del plico e non quella di invio). Oppure ancora, per dare disdetta di un contratto.

Valore legale della Raccomandata 1

Analogamente alle comuni lettere raccomandate con avviso di ricevimento, anche la Raccomandata 1 con prova di consegna ha valore legale. Ciò significa che, anche qualora non sia stata materialmente consegnata, per irreperibilità o rifiuto del destinatario, attesta con certezza l'avvenuta trasmissione del suo contenuto, con tutte le conseguenze giuridiche del caso: interruzioni di prescrizione, messa in mora etc...

Limiti della Raccomandata 1

Il servizio di posta raccomandata 1 presenta innumerevoli vantaggi, ma soffre anche qualche limite. Per prima cosa, come accennato all'inizio, non sempre Poste Italiane garantisce la consegna della Raccomandata 1 in un solo giorno lavorativo. Questo succede, per esempio, in quei comuni che ricevono la posta a giorni alterni, o nelle zone inserite nella Tabella 2 della "Lista tratte Raccomandata 1", consultabili sul sito poste.it o presso gli uffici di Poste Italiane. In questi casi, potrebbero essere necessari 3 giorni successivi all'accettazione per far giungere a destinazione una Raccomandata 1.

Altro "difetto" delle Raccomandate 1 è rappresentato dai limiti di peso - possono essere inviati con questa modalità solo pieghi di peso compreso fra 20 grammi e 2 kg -, e di contenuto - sono infatti esclusi dal servizio le spedizioni di: denaro, merci, oggetti preziosi, titoli e carte di valore esigibili al portatore.


(1) Intendendosi per accettazione/spedizione il momento in cui la Raccomandata 1 è accettata dal Centro di Meccanizzazione Postale, e non dall'impiegato dello sportello!

(05/01/2018 - Mara M.) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Addio multa se nel verbale mancano indicazioni sul segnale di preavviso
» Avvocati: verso l'assunzione negli studi legali
» Il processo amministrativo
» Avvocati: verso l'assunzione negli studi legali
» Addio divorzio breve, arriva la mediazione

Newsletter f g+ t in Rss