Sei in: Home » Articoli

Infortuni domestici: c'Ŕ tempo fino a martedý per assicurarsi

Scade il 31 gennaio il termine del versamento del premio Inail per la polizza casalinghe. Il costo Ŕ di 12,91 euro
lavoro casalinga colf domestica

di Redazione - C'Ŕ tempo fino a martedý prossimo per assicurarsi contro gli infortuni domestici. Scade il 31 gennaio, infatti, il termine di versamento del premio Inail per la "polizza casalinghe" che interessa tutte le donne e gli uomini tra i 18 e i 65 anni che in via esclusiva, gratuita e senza subordinazione si occupano della cura della casa e della famiglia.

Il costo della polizza Ŕ pari a 12,91 euro, a meno che si abbia un reddito personale sino a 4.648,11 euro e si faccia parte di un nucleo familiare il cui reddito complessivo non sia superiore ai 9.296,22 euro. In tal caso, infatti, l'assicurazione Ŕ a carico dello Stato.

L'assicurazione copre tutti i casi di infortunio (per causa violenta) che avvengono a causa e in occasione del lavoro svolto in ambito domestico, a patto che dall'infortunio derivi una inabilitÓ permanente al lavoro almeno del 27%. Nelle ipotesi di infortunio grave, agli assicurati Ŕ garantita una rendita mensile (di importo variabile tra i 186 e i 1292 euro circa), mentre per quello mortale Ŕ assicurata una rendita ai superstiti.

Leggi anche:

- Casalinghe: diritti e tutele del lavoro familiare

- Assicurazione casalinghe: uno strumento da rivitalizzare col lavoro agile

- Polizza infortuni: pi¨ di 5 milioni le casalinghe in nero

https://www.studiocataldi.it/articoli/24421-casalinghe-diritti-e-tutele-del-lavoro-familiare.asp

https://www.studiocataldi.it/articoli/21113-assicurazione-casalinghe-uno-strumento-da-rivitalizzare-col-quotlavoro-agile-quot.asp

https://www.studiocataldi.it/articoli/20632-polizza-infortuni-piu-di-5milioni-le-casalinghe-in-nero.asp

(27/01/2017 - Redazione)
Le pi¨ lette:
» L'accollo
» Gratuito patrocinio: il tribunale non pu˛ pagare gli avvocati
» Tari: come chiedere il rimborso dal 2014
» Separazioni e divorzi davanti al sindaco
» Rapporto di lavoro: le dimissioni
In evidenza oggi
ResponsabilitÓ medica: la prova del danno spetta al pazienteResponsabilitÓ medica: la prova del danno spetta al paziente
Rischia il carcere senza condizionale il padre che non mantiene i figliRischia il carcere senza condizionale il padre che non mantiene i figli

Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF