Sei in: Home » Articoli

Mepa: il mercato elettronico della pubblica amministrazione

Cos'è, come funziona e come iscriversi al mercato elettronico della pubblica amministrazione (Mepa)
computer internet telematico

Avv. Daniele Paolanti - Il mercato elettronico della pubblica amministrazione (MEPA) è uno strumento elettronico appartenente alla categoria B2G, ovvero Business to Government, che consente alla p.a. di poter acquistare beni o servizi di importo inferiore rispetto alla soglia comunitaria (134 mila euro per le PA centrali e 207 mila euro per le altre amministrazioni).


  1. Business to Government: il sistema di commercio elettronico
  2. Che cos'è il MEPA
  3. Come si accede al MEPA
  4. OdA e RdA: cosa sono
  5. Il bando di abilitazione
  6. Iscrizione al MePa
  7. Acquisti in rete PA

Business to Government: il sistema di commercio elettronico

Il sistema Business to Government è un sistema di commercio elettronico che consente agli operatori economici di potersi interfacciare con la pubblica amministrazione (detto anche Business to Administration) attraverso il sistema dell'E-procurement, ovvero acquisti pubblici effettuati tramite piattaforme telematiche. Torniamo ora al MEPA. Nel Mercato elettronico della Pubblica Amministrazione operatori abilitati possono mettere in offerta, o ricevere proposte d'offerta, beni o servizi alle pubbliche amministrazioni registrate. Appartiene agli strumenti del Ministero dell'economia e delle finanze ed è avviato e gestito da Consip dal 2003. Il MEPA è nato con il varo del D.P.R. 4 aprile 2002, n.101 recante il "Regolamento recante criteri e modalità per l'espletamento da parte delle amministrazioni pubbliche di procedure telematiche di acquisto per l'approvvigionamento di beni e servizi" nel cui articolo 1 alla lettera c) viene definito mercato elettronico l'insieme delle "procedure di scelta del contraente attuate in via elettronica e telematica" mentre con amministrazioni si intendono (lettera e) "tutti i soggetti, gli enti e gli organismi tenuti all'applicazione delle normative nazionali e comunitarie in tema di appalti pubblici, con esclusione delle regioni, delle province, delle città metropolitane, dei comuni e delle comunità montane".

Che cos'è il MEPA

Partiamo dall'art. 2 comma 2 del D.P.R. 4 aprile 2002 n. 101 che così dispone: "Le procedure telematiche di acquisto assicurano la parità di condizioni dei partecipanti nel rispetto dei principi di trasparenza e di semplificazione delle procedure, nonché delle disposizioni, anche tecniche, di recepimento della normativa comunitaria sulle firme elettroniche e sulla documentazione amministrativa".

Le pubbliche amministrazioni possono consultare i cataloghi dei soggetti abilitati e valutare le offerte per poi emettere un ordine di acquisto (OdA) o una richiesta di offerta (RdO). Mentre le pp.aa. possono consultare online le offerte gli operatori abilitati, possono offrire i propri beni e servizi online e rispondere alle offerte della p.a. laddove questa formuli un OdA.

Sia amministrazione che operatore abilitato devono essere muniti di firma digitale.

Come si accede al MEPA

Il sistema di accesso al MEPA per gli operatori economici è piuttosto selettivo poiché gli stessi debbono rispettare determinati requisiti, quali standard idonei di organizzazione, assenza di interdittiva antimafia e di altre misure cautelari, autorizzazioni idonee alla camera di commercio ecc.

Sopra si è già fatto cenno al principio di trasparenza, disciplinato e definito dall'art. 2 comma 2 del D.P.R. 4 aprile 2002 n.101. L'importo degli acquisti deve essere inferiore alla soglia comunitaria ed il mercato è interamente telematico (con i conseguenti risparmi).

Le offerte vengono consultate, come detto, tramite appositi cataloghi pubblicati in via telematica e l'ampio accesso consente a tutti i partecipanti di prendere parte ad una gara telematica (procedure di scelta del contraente) che consente il confronto dei prezzi e le condizioni di fornitura.

OdA e RdA: cosa sono

Partiamo da un'ulteriore definizione: ovvero quella di unità ordinante. Ai sensi dell'art. 1 lett. H) del D.P.R. n.101 del 2002 è utente ordinante "ogni soggetto abilitato nell'ambito dell'amministrazione pubblica di pertinenza ad impegnare l'amministrazione per l'acquisto di beni e servizi".

Per OdA si intende l'ordine di acquisto, emesso dall'Unità ordinante dopo aver consultato i cataloghi. Si tratta di un'offerta al pubblico che consente alle amministrazioni iscritte al MEPA di poter compiere gli acquisti.

Per RdO si intende la richiesta di offerta, che consente alla p.a. di poter richiedere anche un preventivo o un bene e servizio non indicato nei cataloghi. Richiedendo un preventivo vengono messe a confronto le offerte degli operatori, ponendoli in vera condizione di concorrenza.

Il tutto avviene su sistemi informatici di negoziazione, definito come "insieme delle soluzioni e gli strumenti elettronici e telematici che consentono la presentazione delle offerte da parte degli utenti e la classificazione delle offerte stesse secondo metodologie e criteri predefiniti".

Il bando di abilitazione

L'art. 11 del citato decreto contiene, al comma 4, le caratteristiche ed il contenuto del bando di abilitazione.

La norma così dispone: "Il bando di abilitazione al mercato elettronico contiene in particolare: a) le categorie merceologiche per settori di prodotti e servizi in cui è organizzato il mercato elettronico; b) le specifiche tecniche, costruttive e di qualità dei beni, nonché i livelli dei servizi cui raffrontare i beni e servizi offerti ai fini dell'abilitazione dei fornitori; c) le modalità ed i requisiti, soggettivi ed oggettivi, necessari per le domande di abilitazione ed i principi di valutazione delle stesse, nonché l'indicazione delle eventuali procedure automatiche per la loro valutazione; d) la durata dell'abilitazione degli utenti a partecipare al mercato elettronico; e) l'indicazione del sito nel quale, conformemente a quanto previsto dall'articolo 4, comma 2, sono rese disponibili al pubblico ulteriori informazioni, con particolare riferimento ai mezzi telematici disponibili per la presentazione delle domande di abilitazione; agli strumenti informatici e telematici messi a disposizione degli utenti per la pubblicazione dei cataloghi e l'invio delle offerte; alle informazioni sul funzionamento del mercato elettronico; alle metodologie generali utilizzate dal sistema per le richieste automatiche di quotazione; alle fattispecie automatiche di esclusione del singolo utente; alle modalità ed ai criteri per la dimostrazione da parte degli offerenti del possesso dei requisiti soggettivi ed oggettivi e la loro permanenza, anche al momento della conclusione del contratto; alle modalità con cui avverranno le comunicazioni; alle modalità con cui verranno pubblicati sul sito, se necessario, gli avvisi di aggiudicazione delle forniture di beni e servizi al di sotto della soglia di rilievo comunitario cui al d.P.R. 18 aprile 1994, n. 573".

Iscrizione al MePa

Per iscriversi al MEPA è necessario completare due fasi, la prima di "Registrazione Base dei dati personali" che consente di rilasciare i propri dati personali e selezionare la p.a. di appartenenza.

Al termine di questa procedura vengono assegnati username e password che consentono l'accesso alla fase di abilitazione. Con l'abilitazione si possono vendere prodotti compre impresa o compiere acquisti come p.a.

L'amministrazione può abilitarsi come: punto ordinante, punto istruttore o operatore di verifica inadempimenti.

Come impresa ci si può abilitare come operatore delegato o rappresentante legale.

Acquisti in rete PA

Acquistinretepa.it è il portale degli acquisti della pubblica amministrazione che consente le procedure di registrazione ed un rapido menu di consultazione per p.a. ed imprese. Nella sezione programma si legge che il Programma per la razionalizzazione degli Acquisti della P.A. nasce con la Finanziaria 2000 perseguendo lo specifico fine di ottimizzare gli acquisti pubblici di beni e servizi e contribuire, con la sua attività, allo sviluppo di modelli di approvvigionamento basati su processi e tecnologie innovative.

Il sito può essere raggiunto al link acquistinretepa.it, dove si può consultare l'elenco dei prodotti e servizi disponibili nell'ambito del programma di razionalizzazione degli acquisti.

Daniele PaolantiDaniele Paolanti - profilo e articoli
E-mail: daniele.paolanti@gmail.com Tel: 340.2900464
Vincitore del concorso di ammissione al Dottorato di Ricerca svolge attività di assistenza alla didattica.
(21/01/2017 - Avv.Daniele Paolanti)
In evidenza oggi:
» Divorzio: per i figli vale sempre il tenore di vita
» Cassazione: saluto fascista non è reato se commemorativo
» Il contratto di francising
» Flat tax: che cos'è e come funziona
» Cassazione: reato per chi rivela la relazione con una donna sposata


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss