Sei in: Home » Articoli

Whatsapp: arriva la funzione per cancellare i messaggi inviati

L'app di messaggistica lancia "Revoke" la nuova funzionalità che cancella i messaggi dal telefono del destinatario dopo averli inviati
concetto di comunicazione e condivisione tramite whatsapp

di Gabriella Lax - Avete sbagliato ad inviare un messaggio su WhatsApp o vi siete pentiti un istante dopo aver premuto il testo "invio"? Niente paura la soluzione per milioni di utenti potrebbe essere vicina. Dopo l'introduzione delle videochiamate, WhatsApp sta preparando un'altra novità: nella versione di prova 2.17.1.869 si potrebbe avere la facoltà di eliminare in maniera definitiva un messaggio non solo dal proprio cellulare, ma anche da quello di chi lo ha ricevuto. La funzione si chiama "Revoke" ed è già attiva all'interno della beta di WhatsApp per iOS e, grazie ad essa, è possibile eliminare messaggi, foto e video sia dalla chat che dallo smartphone del ricevente. Probabilmente, almeno inizialmente, il destinatario riceverà comunque una notifica di avviso, ma non il contenuto del testo.

Al momento però sembra non sia possibile rimuovere i messaggi già letti a causa di un bug. Nella versione finale, questa problematica non sarà più presente e sarà, di fatto, possibile revocare solo i contenuti non ancora visualizzati.

Tra i futuri obiettivi, WhatsApp sta anche lavorando ad una seconda applicazione denominata "Biz", una sorta di "clone" per i clienti business. Ancora, si tratta solo di rumors, ma sembra che Biz abbia la finalità di proporre alle aziende un abbonamento ad hoc per contattare i propri clienti via WhatsApp per promozioni, comunicazioni di servizio e molto altro ancora.

(15/12/2016 - Gabriella Lax) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Registrare le conversazioni viola il diritto alla riservatezza
» Notifica cartella via pec: illegittima senza firma digitale
» Carabinieri, concorso per 2.000 posti
» Avvocati: il vademecum sulla privacy
» Pensioni: via la Fornero e tagli a quelle d'oro


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss