Sei in: Home » Articoli
 » Avvocatura

Avvocati chic o choc? La moda peggiore nei tribunali su Facebook

Dalla toga da pioggia ai pois, allo stile "alieno" gli outfit di avvocati, giudici, testimoni e parti raccontati … anzi ripresi su un gruppo Facebook
avvocato pensieroso

di Valeria Zeppilli – Gli outfit, specie quelli improbabili, di avvocati, di imputati e di tutti coloro che circolano tra le aule di Tribunale stanno spopolando sul web.

Il gruppo Facebook "Avvochic & choc, ovvero la moda nei tribunali", con oltre 23mila iscritti, contiene infatti tutte le foto dei peggio vestiti delle aule di giustizia, paparazzati e condivisi.

Con due limiti fondamentali però: i volti non devono mai essere visibili e l'aspetto fisico non può essere commentato.

Spulciando tra i post della pagine se ne vedono di tutti i colori: dai completi tigrati, ai cappelli da cowboy, alle minigonne inguinali. Per non parlare di toghe da pioggia, pois folkloristici, look da alieni e chi più ne ha più ne metta!

Tutti possono condividere la propria esperienza, solo iscrivendosi nel gruppo, che da aperto è divenuto chiuso: il regolamento dice che si possono fotografare avvocati, imputati, attori, convenuti, testimoni, familiari delle parti processuali o impiegati. Basta che siano vestiti in maniera chic (ovverosia particolarmente elegante) o in maniera choc (ovverosia trash).

A partecipare alla "raccolta", quindi, non sono solo gli avvocati ma migliaia di persone, anche appartenenti al mondo dello spettacolo, che si sono trasformate in dei veri e propri foto reporter per condividere con il web le immagini fantastiche che si presentano ai loro occhi. E che provengono non solo dalle aule di giustizia italiane, ma anche da quelle del resto del mondo: sul gruppo sono comparsi addirittura outfit immortalati in America e in Brasile. Del resto il linguaggio delle immagini è un linguaggio universale!

Peraltro, c'è anche una specie di concorso: periodicamente la pagina che ha ottenuto il maggior numero di "mi piace" viene eletta la più bella e vince il titolo di foto della settimana!

L'idea di creare il gruppo è stata dell'Avv. La Rana (oggi aiutato dai colleghi Di Meglio e Battaglia), ispirato da una donna avvocato bella e avvenente, sempre in perfettissimo tiro. Insomma: una musa da imitare per essere sempre eleganti.

Ma a passare dallo chic al trash c'è voluto pochissimo e le foto di outfit choc sono oggi senza dubbio quelle preponderanti e più divertenti.

In barba al decoro professionale!!


Valeria Zeppilli
Consulenza Legale
Laureata a pieni voti in giurisprudenza presso la Luiss 'Guido Carli' di Roma con una tesi in Diritto comunitario del lavoro. Attualmente svolge la professione di Avvocato ed è dottoranda di ricerca in Scienze giuridiche – Diritto del lavoro presso l'Università 'G. D'Annunzio' di Chieti – Pescara
(12/10/2016 - Valeria Zeppilli) Foto: 123rf.com
Le più lette:
» Il reato di ricettazione
» Opposizione a decreto ingiuntivo: inammissibile per nullità della notifica via pec
» Il permesso di soggiorno
» Avvocati: prestazione sospesa se il cliente non paga
» Addio assegno di divorzio per l'ex autosufficiente anche se il marito è miliardario
In evidenza oggi
Condominio: l'acqua non si stacca ai morosiCondominio: l'acqua non si stacca ai morosi
Accedere all'email altrui è reato anche se si conosce la passwordAccedere all'email altrui è reato anche se si conosce la password

Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF