Concentrazione strategica degli interventi del Fondo per le aree sottoutilizzate

Seguici su Facebook e su G. Plus
Torna all'indice della finanziaria 2009
1.Al fine di rafforzare la concentrazione su interventi di rilevanza strategica nazionale delle risorse del Fondo per le aree sottoutilizzate di cui all'articolo 61 della legge 27 dicembre 2002, n. 289, e successive modificazioni, su indicazione dei Ministri competenti sono revocate le relative assegnazioni operate dal Comitato interministeriale per la programmazione economica (Cipe) per il periodo 2000-2006 in favore di amministrazioni centrali con le delibere adottate fino al 31 dicembre 2006, nel limite dell'ammontare delle risorse che entro la data del 31 maggio 2008 non sono state impegnate o programmate nell'ambito di accordi di programma quadro sottoscritti entro la medesima data, con esclusione delle assegnazioni per progetti di ricerca, anche sanitaria. In ogni caso Ŕ fatta salva la ripartizione dell'85% delle risorse alle Regioni del Mezzogiorno e del restante 15% alle Regioni del Centro-Nord.
2.Le disposizioni di cui al comma 1, per le analoghe risorse a esse assegnate, costituiscono norme di principio per le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano; il Cipe, su proposta del ministro dello Sviluppo economico, definisce, di concerto con i Ministri interessati, i criteri e le modalitÓ per la ripartizione delle risorse disponibili previa intesa con la Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano.
3.Le risorse oggetto della revoca di cui al comma 1 che siano giÓ state trasferite ai soggetti assegnatari sono versate in entrata nel bilancio dello Stato per essere riassegnate all'unitÓ previsionale di base in cui Ŕ iscritto il Fondo per le aree sottoutilizzate.
Torna all'indice della finanziaria 2009
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
Newsletter f g+ t in Rss