Sei in: Home » Articoli

Codacons: per riduzione tariffe rc auto occorre eliminare obbligatorietà

autovelox multe
Le tariffe Rc Auto sono aumentate del 180% dal 1994 ad oggi e gli interventi proposti nei giorni scorsi dall'Isvap non porteranno ad una reale riduzione dei prezzi delle polizze. E' quanto dichiarano il Codacons e l'Associazione Tutela Utenti Servizi Finanziari, Bancari e Assicurativi. Secondo Carlo Rienzi, presidente del Codacons, "nessuna misura convincerà le imprese assicuratrici a rinunciare ai propri privilegi e agli enormi introiti provenienti dal settore auto e, del resto, non si capisce il motivo per cui le assicurazioni dovrebbero volontariamente diminuire i propri guadagni.
L'unico provvedimento davvero in grado di ridurre i prezzi delle polizze, è l'eliminazione dell'obbligatorietà dell'rc auto, come avvenuto in altri paesi". Come dichiara Rienzi l'incremento delle tariffe è determinato da diversi fattori tgra cui il mancato controllo sulle assicurazioni, la carenza di concorrenza tra operatori e "soprattutto dall'ingiustizia per la quale il cittadino è sottoposto all'obbligo di assicurare la propria automobile, mentre la compagnia di assicurazione non ha alcun vincolo e può praticare il prezzo che preferisce".
(02/01/2011 - N.R.)
Le più lette:
» Trattamento fine rapporto: il calcolarlo online e il calcolo manuale
» Strisce blu, sosta gratis se non c'è il bancomat: ecco il testo della sentenza e l'intervista allo studio legale che ha vinto la causa
» Avvocati di strada: è boom di richieste per i legali gratuiti
» Appalto: la garanzia per vizi e difformità dell'opera
» Avvocati: oggi la manifestazione nazionale a Roma contro la Cassa Forense
In evidenza oggi
Cane fa pipì in strada, multa da 157 euroCane fa pipì in strada, multa da 157 euro
Strisce blu, sosta gratis se non c'è il bancomat: ecco il testo della sentenza e l'intervista allo studio legale che ha vinto la causaStrisce blu, sosta gratis se non c'è il bancomat: ecco il testo della sentenza e l'intervista allo studio legale che ha vinto la causa
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF