Sei in: Home » Articoli

Riabilitato da condanna penale può accedere al concorso per il rilascio della licenza Taxi

Con la sentenza n. 32615 del 30 settembre scorso, il Tar Lazio ha stabilito che non può essere automaticamente escluso dal concorso il candidato condannato che sia stato però successivamente riabilitato in riferimento alla medesima condanna. Il principio di diritto è l'esito del ricorso proposto da un uomo, condannato in via definitiva per un reato contro la fede pubblica che era stato però riabilitato per lo stesso reato a distanza di qualche anno. Nonostante la riabilitazione, era stato negato all'uomo il rilascio della licenza Taxi, nell'ambito del concorso pubblico per l'assegnazione dei 150 licenze (di cui al bando n. 1395/05). La Corte, nell'accogliere il ricorso dell'uomo, ha annullato l'atto impugnato, spiegando che “la clausola del bando di concorso, nell'enucleare i requisiti di partecipazione e, in particolare, la causa di esclusione de qua, non prevede espressamente l'esclusione anche per le ipotesi di intervenuta riabilitazione, cosicchè non vale ad esaurire la valutazione discrezionale rimessa all'Amministrazione per effetto della sopravvenuta riabilitazione; Ritenuto quindi che il provvedimento impugnato è erroneamente ed insufficientemente motivato, avendo l'Amministrazione proceduto all'esclusione per mera applicazione della clausola del bando e in assenza dell'ulteriore apprezzamento discrezionale invece implicato dall'intervenuta riabilitazione”.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(02/10/2010 - Luisa Foti)
Le più lette:
» Multe: quando scadono?
» Lotteria degli scontrini in arrivo
» Avvocati: gli errori che rischiano di ostacolare la carriera
» Avvocati: la petizione contro la Cassa forense arriva nei tribunali
» Caduta sulle scale bagnate? Paga il condominio
In evidenza oggi.
Charlie Hebdo: esercizio del diritto di satira o lesione della dignità delle vittime?
Alcune considerazioni di Gino M.D. Arnone relative al macabro accostamento pietanze-morti sono tuttora valide dopo l'ennesima, ripugnante vignetta del settimanale satirico
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF