Sei in: Home » Articoli

Cassazione: non punibile il tentativo di estorsione e rapina ai danni di congiunti se c'è stata solo minaccia

L'art. 649 terzo comma del codice penale, che stabilisce la non punibilità dei reati contro il patrimonio quando sono commessi a danno di prossimi congiunti, esclude la punibilità del 'tentativo' in relazione ai reati di rapina, di estorsione e di sequestro di persona a scopo di rapina o di estorsione (previsti dagli artt. 628 629 e 630 c.p.) nel caso in cui non si sia usata violenza alla persona ma si sia fatto ricorso solo a minacce. Lo chiarisce la Corte di Cassazione (sentenza n.28210/2010) spiegando che la locuzione contenuta nella norma ("ogni altro delitto contro il patrimonio commesso con violenza alle persone") va interpretata in senso restrittivo nel senso di comprendere la sola violenza fisica e non anche la minaccia o violenza psichica.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(24/07/2010 - Roberto Cataldi)
Le più lette:
» Equitalia: chiedere il pagamento rateale non significa ammettere il debito
» Cassazione: non presentarsi all'udienza è remissione tacita di querela
» Stalking bancario: reato anche per l'incaricato dell'agenzia di recupero crediti
» Multe: quali sono i "vizi" che le rendono nulle?
» Risarcimento danni: in arrivo le tabelle uniche nazionali
In evidenza oggi
Colpo di frusta: niente risarcimento senza TacColpo di frusta: niente risarcimento senza Tac
Gratuito patrocinio: onorari più alti per gli avvocatiGratuito patrocinio: onorari più alti per gli avvocati
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF