Sei in: Home » Articoli

Telelaser: la multa è legittima anche se manca il supporto fotografico.

autovelox multe
La Cassazione con la sentenza n. 10924 del 5 maggio 2010 ha riconosciuto la legittimità di una multa effettuata con il Telesar, anche in mancanza del supporto fotografico, attesa la particolare efficacia probatoria dell'attestazione effettuata dall'agente accertatore che può essere messa in discussione solo utilizzando la querela di falso e non utilizzando altri mezzi di prova messi a disposizione dall'ordinamento giuridico . Nel caso di specie il conducente si era opposto alla sanzione amministrativa avvalendosi della prova testimoniale. In particolare sono stati portati tre testimoni i quali hanno confermato che lo sventurato automobilista non era lanciato a velocità superiore al limite consentito, come invece contestato dall'agente . La Corte, investita della questione, ha così avuto modo di chiarire come, in tema di accertamento delle violazioni dei limiti di velocità a mezzo apparecchiature elettroniche gestite dagli organi di polizia stradale, è necessario che tali apparecchiature risultino debitamente omologate, mentre la riferibilità della velocità rilevata al determinato veicolo resta affidata all'attestazione dell'organo di polizia stradale, non risultando necessaria la documentazione fotografica della vettura che ha commesso l'infrazione, poiché tale attestazione è assistita da efficacia probatoria fino a querela di falso, mentre è suscettibile di prova contraria unicamente il difetto di omologazione o di funzionamento dell'apparecchiatura elettronica.
(18/05/2010 - Elisa Barsotti)
Le più lette:
» Avvocati e professionisti: è nata la prima polizza a tutela delle parcelle
» In arrivo gli sportelli di prossimità, dove non ci sono più i tribunali
» Separazione: addebito al marito per l'amicizia intima che fa sospettare il tradimento
» Trasferimento di strumenti finanziari come ipotesi di donazione diretta ad esecuzione indiretta
» Pensioni: riscatto gratis laurea legato al merito
In evidenza oggi
Unioni civili: sono famiglie a tutti gli effetti, sì alla stepchild adoptionUnioni civili: sono famiglie a tutti gli effetti, sì alla stepchild adoption
Le chat su WhatsApp valgono come provaLe chat su WhatsApp valgono come prova
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF