Sei in: Home » Articoli

Cassazione: è ingiuria dire a un ebreo “questa non è la tua terra”

Bisogna fare sempre molta attenzione all'utilizzo del linguaggio, ed evitare di essere offensivi. Dire ad esempio ad un ebreo “questa non è la tua terra” Fa correre il rischio di una condanna per ingiuria. Lo ha stabilito la Corte di Cassazione confermando una condanna inflitta in primo grado ai sensi dell'articolo 594 del codice penale nei confronti di un lavoratore che si era rivolto al suo capo (di origine italiana) dicendogli: “Questa non e' terra di ebrei, questa e' l'Italia e tu devi rispettare il codice civile". Nella sentenza 10358 del 2009 la quinta sezione penale e evidenzia che i giudici di merito hanno dichiarato legittimamente dall'espressione utilizzata "una valenza ingiuriosa perche' si contrapponeva la 'terra degli ebrei', o un paese ebreo, a un paese civile, l'Italia, 'terra dove si rispettano le leggi', quindi equiparando la terra degli ebrei ad una terra incivile dove vigeva l'arbitrio". L'imputato ha fatto ricorso in cassazione sostenendo l'inattendibilità del datore di lavoro di origini ebree.
I Supremi Giudici respingendo il ricorso hanno evidenziato che "il motivo relativo alla credibilità della persona offesa non e' elemento idoneo per ritenere inattendibile la stessa", ed ha sottolineato che "il significato spregiativo" dell'espressione 'terra di ebrei' era voluto perche' il lavoratore sapeva che il titolare dell'impresa era nato in Israele ed era di madrelingua ebraica". I Giudici di Piazza Cavour fanno notare che l'espressione era da censurarsi "tenuto conto che l'imputato aveva lamentato di essere stato adibito illegittimamente a mansioni lavorative dequalificanti, rispetto a quelle per cui era stato assunto". Pertanto "con l'espressione 'terra di ebrei' l'imputato aveva voluto sottolineare un giudizio del tutto offensivo, attribuendo al datore di lavoro di non volere rispettare le leggi per essere ebreo".
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(06/03/2009 - Roberto Cataldi)
Le più lette:
» La manovra è legge: tutte le novità punto per punto
» Cani che abbaiano in condominio: Il punto della giurisprudenza
» Legge Pinto: cosa accade ai procedimenti in corso al 1° gennaio 2016?
» Eredità: 10 cose da sapere per una consapevole pianificazione successoria
» Con la depressione si può avere la 104?
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF