Sei in: Home » Articoli

Codacons: sotto accusa il Kebab, il pasto arabo più diffuso nel mondo

Secondo un recente comunicato stampa dell'associazione Codacons, il Kebab, l'alimento arabo diffuso su tutta la penisola, sarebbe molto rischioso per la nostra salute in quanto conterebbe quasi il 98% del fabbisogno giornaliero di sale. Stando, infatti, ai dati forniti da un recente studio ad opera di alcuni scienziati inglesi, nelle etichette dei kebab, pasto molto diffuso non solo nel nostro paese ma nel mondo intero, ci sarebbero informazioni in merito a tipi di carne diversi da quelli effettivamente inseriti nella pietanza. Infine, il cibo arabo, fatto a base di pane azzimo, carne, verdure e salse varie a piacimento, conterrebbe circa il 150% del fabbisogno giornaliero di grassi saturi.
“Il kebab da asporto è entrato da tempo nelle abitudini alimentari degli italiani, specie dei più giovani - afferma il Presidente Codacons, Carlo Rienzi - per questo chiediamo al Ministero della salute e alle autorità sanitarie italiane, di effettuare controlli sul prodotto venduto nel nostro paese, per verificare la quantità di sale e di grassi, e possibili effetti dannosi per la salute, oltre che il rispetto delle etichette riportanti gli ingredienti. Qualora dovessero emergere pericoli per i consumatori, non esiteremo a chiedere il sequestro del prodotto in tutta Italia”.
(10/02/2009 - Luisa Foti)
Le più lette:
» Inammissibile il ricorso? Cassazione condanna il difensore in proprio al pagamento delle spese legali
» Avvocati: polizze assicurative da adeguare entro l'11 ottobre
» È lecito girare nudi per casa?
» Multa di 3mila euro per gli avvocati che non "denunciano" il cliente sospetto
» Ciclisti: arriva il divieto di sorpasso a meno di 1,5 metri
In evidenza oggi
Per amici e parenti l'avvocato può anche lavorare gratisPer amici e parenti l'avvocato può anche lavorare gratis
Animali in condominio: gli odori sgradevoli sono reatoAnimali in condominio: gli odori sgradevoli sono reato
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF