Sei in: Home » Articoli

Cassazione: Non occorrono giornalisti per scrivere riviste di settore

Per redigere riviste di settore specializzate non c'è bisogno della figura del giornalista e pertanto è possibile non applicare al personale dipendente il contratto collettivo giornalistico. Lo ha stabilito la sezione lavoro della Corte di Cassazione (sentenza 28519/2008) che ha respinto un ricorso dell'Ordine dei giornalisti della Lombardia contro il quotidiano economico 'Il Sole 24 Ore”. L'Ordine dei giornalisti della Lombardia aveva avviato azioni legali contro il quotidiano della Confindustria al fine di accertare che il periodico settimanale dal titolo 'Guida al lavoro' avesse natura giornalistica e che, di conseguenza, l'azienda avesse l'obbligo di utilizzare per la realizzazione di questo periodo solo personale giornalistico regolarizzato in base al Ccnl. In prima istanza il Tribunale aveva dato ragione all'Ordine ma il verdetto è stato ribaltato dalla Corte d'Appello di Milano e ora la Corte ha messo la sua parola definitiva. Piazza Cavour infatti, ha respinto il ricorso dell'Ordine richiamando l'art. 28 della legge professionale del 1963 n. 69, ha rilevato che ''la realizzazione delle pubblicazioni'' relative a riviste specializzate può ''avvenire senza l'ausilio di personale giornalistico e quindi senza che al personale dipendente debba applicarsi il contratto collettivo giornalistico''. Piazza Cavour ha pienamente condiviso il giudizio di merito secondo il quale ''la circostanza che 'Guida al lavoro' non sia distribuito in edicola, ben puo' contribuire ad escludere la natura giornalistico-divulgativa della pubblicazione, proprio per la sua attitudine ad evidenziare come la platea dei lettori, potenziali fruitori della pubblicazione, non sia di pubblico indifferenziato, ma piuttosto una limitata categoria di operatori professionali, interessati agli approfondimenti e all'aggiornamento costante in materia giuslavoristica garantito dal periodico, e quindi disponibili ad acquistarlo in regime di abbonamento''.
(03/12/2008 - Roberto Cataldi)
Le più lette:
» Trattamento fine rapporto: il calcolo online e il calcolo manuale
» La domanda riconvenzionale nel giudizio ordinario
» Strisce blu, sosta gratis se non c'è il bancomat: ecco il testo della sentenza e l'intervista allo studio legale che ha vinto la causa
» Avvocati di strada: è boom di richieste per i legali gratuiti
» Avvocati: cos'è e come funziona la card per girare in Europa
In evidenza oggi
Carta d'identità elettronica: al via da oggiCarta d'identità elettronica: al via da oggi
Contratti luce: se il consenso del cliente è "estorto" si torna al vecchio fornitoreContratti luce: se il consenso del cliente è "estorto" si torna al vecchio fornitore
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF