Sei in: Home » Articoli

Ministro Salute: acquisto medicine senza ricetta? Si, se urgenti

Il Ministero della Salute (DM 31.3.2008 pubblicato in G.U. n. 86 dell'11.4.2008) ha reso noto che dallo scorso 11 maggio è diventato più semplice avere le medicine cd. urgenti in farmacia quando non si riesce a trovare il medico per la ricetta. Il Ministro ha però specificato che restano escluse dalla modalità semplificata, le sostanze stupefacenti o psicotrope.
Nel provvedimento è stato quindi stabilito che, in situazioni di emergenza, i malati cronici, chi sta seguendo una terapia antibiotica, chi è appena stato dimesso da un ricovero ecc., ha la possibilità di ottenere, in Farmacia, il farmaco desiderato e ciò anche senza ricetta del medico.
Ciò potrà essere fatto mediante il pagamento integrale del medicinale.
Il provvedimento poi detta alcune regole che dovranno essere seguite dalle Farmacie. In primo luogo le Farmacie, potranno consegnare il farmaco solo se esistono, negli archivi, ricette analoghe e/o se il cliente esibirà un documento che ne attesti l'esigenza, o comunque in caso di conoscenza diretta. Inoltre, dovranno consegnare la confezione contenente il minor numero di unità del farmaco e, successivamente, compilare una apposito registro per la consegna dei farmaci effettuata in base alle nuove modalità previste dal decreto, riportando il nome del farmaco, le iniziali del paziente e la condizione e la motivazione per la consegna del farmaco.
(18/05/2008 - Avv.Cristina Matricardi)
Le più lette:
» Isee: i Caf sospendono il servizio dal 15 maggio
» Ogni causa è incerta... e l'avvocato non lavora mai gratis
» Carta d'identità elettronica: al via da oggi
» Il dictum della Cassazione: è reato mettere le corna in casa alla moglie!
» Condominio: multe fino a 2mila euro al mese all'amministratore che non comunica i nomi dei morosi
In evidenza oggi
Niente foto dei figli su Facebook: accordo dei genitori davanti al giudiceNiente foto dei figli su Facebook: accordo dei genitori davanti al giudice
Ogni causa è incerta... e l'avvocato non lavora mai gratisOgni causa è incerta... e l'avvocato non lavora mai gratis
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF