Sei in: Home » Articoli

Cassazione: la domanda di addebito se presa dalla parte attrice va inserita nell'atto introduttivo

“Nel giudizio di separazione personale dei coniugi, la domanda di addebito è autonoma e l'iniziativa di un coniuge di richiedere la dichiarazione di addebitabilità della separazione all'altro coniuge, anche sotto l'aspetto procedimentale, non è una mera deduzione difensiva o semplice sviluppo logico della contesa istaurata con la domanda di separazione”. E' questo il principio espresso in una recente Sentenza (Sent. n. 25618/2007) dai giudici della Prima Sezione Civile della Corte di Cassazione che, nel respingere il ricorso promosso da un marito, hanno precisato che, pertanto, la domanda di addebito “se presa dalla parte attrice deve essere inserita nell'atto introduttivo”.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(16/01/2008 - Francesca Romanelli)
Le più lette:
» In arrivo il "congedo mestruale"
» Equitalia: rottamazione anche per il sovraindebitamento
» Tasse ridotte dal giudice fino al 90%
» Gassani: 1 coppia su 5 in Italia separata in casa, per non finire sul lastrico
» Autovelox: nei centri abitati serve la pattuglia
In evidenza oggi.
Avvocati: mantenimento alla ex moglie che ha lasciato la toga
Per la Cassazione se la professione è abbandonata per curare gli interessi del marito, l'assegno va corrisposto anche se il matrimonio è stato breve
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF