Sei in: Home » Articoli
 » Condominio

Riscaldamento centralizzato: il calore insufficiente non legittima il condomino a pagare meno

Con sentenza n. 12596/02, la Seconda Sezione Civile della Corte di Cassazione ha stabilito che, in tema di riscaldamento centralizzato, il singolo condomino non può sottrarsi al pagamento della propria quota relativa al riscaldamento, adducendo come giustificazione la semplice affermazione dell'insufficienza del calore erogato. Egli dovrà piuttosto pagare quanto di sua spettanza e poi far accertare giudizialmente l?entità di tale mancata erogazione, chiedendo la liquidazione del relativo danno, che non potrà non comprendere tutte spese affrontate per mantenere nell'unità condominiale quella temperatura che il regolare funzionamento dell'impianto centralizzato avrebbe dovuto garantire, e quindi sia le spese per altro combustibile o energia elettrica, sia quelle per l'acquisto dei macchinari necessari alla erogazione del calore.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(25/11/2002 - Marina Demaria)
Le più lette:
» Eredità: 10 cose da sapere per una consapevole pianificazione successoria
» Risarcisce il cliente l'avvocato che dimentica di iscrivere la causa e mente sul punto
» Tradimento: quello "programmato" diventa di moda tra i mariti
» Mobbing e risarcimento danni: come dimostrare di aver subito una persecuzione
» Avvocato censurato se non assolve l'obbligo della formazione
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF