Sei in: Home » Articoli

Direzione per i servizi antidroga: la relazione

La Direzione centrale per i servizi antidroga del Ministero dell'Interno, ha diffuso la Relazione annuale sull'andamento del fenomeno della droga, connesso all'uso di sostanze stupefacenti. Si tratta di un documento che rappresenta l'occasione per fare il punto della situazione su un fenomeno che, nonostante le efficaci azioni di contrasto, sia in campo nazionale che internazionale, continua a crescere in modo giudicato preoccupante, ampliando le sfere dei consumatori con inevitabili ricadute sulla società stessa. Nella documento viene quindi precisato che nel corso dello scorso anno sono stati sequestrati ben 33.135 chili di sostanze stupefacenti e i decessi riconducibili agli abusi di queste sostanze sono stati 517. Le Regioni dove si è sequestrata più droga sono la Lombardia, il Lazio, la Puglia e la Campania e le sostanze più richieste sul mercato restano i derivati della cannabis anche se aumenta il consumo di cocaina e di droghe sintetiche.
La Relazione è stata eseguita tenendo conto di una rigorosa elaborazione statistico-analitica dei dati acquisiti dalle Forze di polizia nel corso delle attività di contrasto al traffico di stupefacenti.
(24/04/2007 - Avv.Cristina Matricardi)
Le più lette:
» Trattamento fine rapporto: il calcolarlo online e il calcolo manuale
» Avvocati di strada: è boom di richieste per i legali gratuiti
» Appalto: la garanzia per vizi e difformità dell'opera
» Avvocati: oggi la manifestazione nazionale a Roma contro la Cassa Forense
» Avvocati: cos'è e come funziona la card per girare in Europa
In evidenza oggi
Strisce blu, sosta gratis se non c'è il bancomat: ecco il testo della sentenza e l'intervista allo studio legale che ha vinto la causaStrisce blu, sosta gratis se non c'è il bancomat: ecco il testo della sentenza e l'intervista allo studio legale che ha vinto la causa
Avvocati di strada: è boom di richieste per i legali gratuitiAvvocati di strada: è boom di richieste per i legali gratuiti
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF