Sei in: Home » Articoli

Danni per ritardata restituzione dell?immobile locato

Il conduttore che si trovi in mora nella restituzione dell'immobile locato tenuto al risarcimento del maggior danno sulla base di quanto disposto dall?art.1591 del codice civile. La Corte di Cassazione (Sentenza n. 9545 del 1 luglio 2002) ha ora precisato che la condanna a detto risarcimento esige la prova specifica dell'esistenza di tale danno e del suo concreto ammontare. L?onere probatorio incombe naturalmente sul locatore il quale deve dimostrare che a causa del ritardo il suo patrimonio ha subito una effettiva diminuzione (ad esempio per non aver potuto affittare o vendere a condizioni vantaggiose, cosa dimostrabile attraverso la prova dell'esistenza di proposte d'affitto o di acquisto). A tal fine il locatore non pu limitarsi a deduzioni generiche circa un possibile impiego del bene tale da garantire un risultato economico migliore ripetto al canone pattuito.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(05/08/2002 - Roberto Cataldi)
Le pi lette:
» Avvocati: niente contributi minimi alla Cassa n obbligo di iscrizione
» Stalking: gratuito patrocinio a prescindere dal reddito
» Regime dei minimi: com'era e com'
» Equitalia: chiedere il pagamento rateale non significa ammettere il debito
» Negoziazione assistita senza notaio: Aiga, ora spazio agli avvocati
In evidenza oggi
Corrente elettrica: indennizzi automatici fino a 1.000 euro per interruzioni prolungateCorrente elettrica: indennizzi automatici fino a 1.000 euro per interruzioni prolungate
Multe: quali sono i "vizi" che le rendono nulle?Multe: quali sono i "vizi" che le rendono nulle?
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF