Sei in: Home » Articoli

Inappellabilità delle sentenze di proscioglimento: approvata la Legge Pecorella

La legge n.46, meglio nota come legge Pecorella, è stata approvata il 20 Febbraio scorso dopo il rinvio alle Camere deciso dal Presidente della Repubblica. Nel provvedimento, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n.44 ed operativo dal prossimo 9 Marzo, si stabilisce che il pubblico ministero e l'imputato possono proporre appello contro le sentenze di proscioglimento soltanto nelle "ipotesi di cui all'articolo 603, comma 2, se la nuova prova è decisiva". È previsto inoltre l'obbligo per il pubblico ministero, al termine delle indagini, di formulare richiesta di archiviazione quando la Corte di Cassazione si è pronunciata in ordine alla insussistenza dei gravi indizi di colpevolezza che giustificano l'applicazione di una misura di custodia cautelare e, successivamente, non sono stati acquisiti ulteriori elementi a carico della persona sottoposta alle indagini.
Leggi il testo della legge
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(28/02/2006 - Silvia Vagnoni)
Le più lette:
» Equitalia: chiedere il pagamento rateale non significa ammettere il debito
» Cassazione: non presentarsi all'udienza è remissione tacita di querela
» Stalking bancario: reato anche per l'incaricato dell'agenzia di recupero crediti
» Multe: quali sono i "vizi" che le rendono nulle?
» Risarcimento danni: in arrivo le tabelle uniche nazionali
In evidenza oggi
Colpo di frusta: niente risarcimento senza TacColpo di frusta: niente risarcimento senza Tac
Stalking bancario: reato anche per l'incaricato dell'agenzia di recupero creditiStalking bancario: reato anche per l'incaricato dell'agenzia di recupero crediti
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF