Sei in: Home » Articoli

Un cimitero islamico presto a Messina

Il sindaco del capoluogo Renato Accorinti ha deciso di far sorgere nella sua città un cimitero islamico
Donna musulmana con velo

A Messina sorgerà presto il primo cimitero islamico della Sicilia

In linea con lo spirito di tolleranza e pacifica convivenza cui ha improntato il suo mandato, il sindaco del capoluogo Renato Accorinti ha deciso di istituire nella sua città un cimitero islamico, a pochi metri da quello cristiano.

Come antidoto all'intolleranza e all'estremismo religioso, il progetto del nuovo camposanto – su un'area di circa 170 metri quadrati, “ritagliata” all'interno del cimitero suburbano di San Filippo (che ospita defunti di religione cristiana) – è stato presentato pochi giorni fa dal primo cittadino, dall'assessore ai cimiteri del Comune di Messina, dal presidente della comunità islamica in Sicilia e da altre autorità del culto musulmano. 

Un'iniziativa fondata sul rispetto delle differenze e della libertà religiosa, che però non ha mancato di suscitare qualche “brusio” fra la popolazione locale... 

Per quanto riguarda il resto di Italia, sono ancora pochi i cimiteri islamici, ma molti comuni si stanno attrezzando.

In queste aree destinate ai defunti di religione islamica la sepoltura avviene in modo tale da lasciare la testa del morto rivolta verso la Mecca. Secondo l'Islam, poi, i corpi non devono essere mai spostati anche se in Italia si pone il problema della esumazione che avviene dopo 20 anni e bisognerà per questo trovare soluzioni compatibili con le esigenze dei musulmani.


(10/02/2015 - Mara M.)
Le più lette:
» Pensioni: le novità in arrivo
» Il rifiuto di sottoporsi ad alcoltest può risultare non punibile
» Tabelle millesimali condominio: la Cassazione fa il ripasso
» Usucapione: legittimo l'accordo di accertamento dinanzi al notaio
» Ddl riscossione: niente più cartelle per debiti irrisori
In evidenza oggi
Obbligare la moglie a discutere è reatoObbligare la moglie a discutere è reato
Telefonia: reato attivare un servizio mai richiesto dal clienteTelefonia: reato attivare un servizio mai richiesto dal cliente
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF