Sei in: Home » Articoli

In arrivo il riordino della disciplina sulla difesa d'ufficio: richiesti 5 anni d'esperienza oppure il titolo di specialista

Il Consiglio dei Ministri ha infatti approvato un disegno di legge che prevede il riordino della disciplina che riguarda la Difesa d'Ufficio.
magistratura toga giudice sentenza toghe
Novità in arrivo in materia di Difesa d'Ufficio. Il Consiglio dei Ministri ha infatti approvato un disegno di legge che prevede il riordino della disciplina che riguarda la Difesa d'Ufficio
Tra le novità più significative vi è quella che prevede di limitare la possibilità iscriversi nell'elenco dei difensori d'ufficio agli avvocati che hanno un'esperienza pregressa di cinque anni in materia penale oppure che abbiano conseguito il titolo di specialista in diritto penale.

Una misura che vuole garantire una maggiore qualificazione professionale della figura del difensore d'ufficio.
La nuova disciplina prevede anche di unificare in un unico elenco nazionale la lista degli iscritti alla difesa d'ufficio.

I professionisti che sono già iscritti negli elenchi tenuti presso il consiglio dell'ordine saranno automaticamente iscritti nell'elenco nazionale con il solo onere di dimostrare, entro un anno dall'entrata in vigore del decreto, di avere i requisiti richiesti dalla nuova normativa.

Sarà il Consiglio Nazionale Forense ad avere le competenze sulle modalità d'iscrizione e sul periodico aggiornamento dell'elenco. Anche i criteri per la scelta del difensore saranno dettati dal consiglio nazionale forense. Si terrà conto, in particolare, della prossimità rispetto alla sede del procedimento e della reperibilità.

La nuova disciplina prevede anche che il nominativo del difensore d'ufficio sia fornito all'autorità procedente dai consigli dell'ordine locali che devono avere un loro elenco di iscritti all'albo che facciano però parte dell'albo nazionale.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(31/10/2014 - G.C.)
Le più lette:
» Pensioni pagate in più, l'Inps non può chiedere indietro i soldi
» Avvocati: al via la petizione contro la Cassa forense
» In bus senza biglietto: non scendere è reato
» Casalinga quarantenne: sì al mantenimento anche se in grado di lavorare
» Il padre anziano può regalare il patrimonio agli amici anziché lasciarlo alle figlie
In evidenza oggi.
Avvocati: al via la petizione contro la Cassa Forense
Parte da Catania la petizione contro i costi della Cassa Previdenza Forense
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF