Sei in: Home » Articoli

Come funziona la gestione del trasporto multimodale internazionale con l'Fbl

La gestione del trasporto multimodale internazionale con l'Fbl
La necessità di creare dell'uniformità sempre più efficace per ovviare alle problematiche giuridiche internazionali con i trasporti, soprattutto per la ricerca di uno standard universale valido in materia di trasporto multimodale internazionale, è la ragione che sta alla base della creazione dell'Fbl. Questo documento di grande importanza, si caratterizza per essere una polizza di carico di tipo negoziabile Fiata, adatto per effettuare un trasporto multimodale in modo corretto ed efficiente: la stessa può anche essere non negoziabile, sebbene per ottenere questa particolare qualifica giuridica, è necessario specificare "non negoziabile". Di questo documento, del resto, esiste anche una polizza cosiddetta oceanica, denominata "Ocean bill of lading".

Con l'emissione di questo documento da parte di uno spedizioniere che agisce nel ruolo di operatore di trasporto multimodale, si va a stabilire una responsabilità da parte dello stesso nell'esecuzione del trasporto delle merci. È quindi possibile affermare che quest'ultimo, non solo si assume la responsabilità di portare a destinazione la merce, bensì, prende in carico anche la responsabilità per l'operato da parte di terzi, che vengono scelti proprio da quest'ultimo per portare a termine il trasporto delle merci.

Lo spedizioniere, una volta che ha emesso una FBL, accetta anche la responsabilità per le merci danneggiate o perse, anche se va ben evidenziato che, nel caso di un particolare trasporto all'interno di un'operazione multimodale, lo spedizioniere avrà una responsabilità limitata. Ad ogni modo, con l'emissione di questo documento, lo spedizioniere dovrà tenere in considerazione un paio di punti importanti: per prima cosa, dovrà esser certo di aver ritirato tutte le merci che sono state elencate nel documento: solo lui infatti avrà il diritto esclusivo di potersi occupare del trasporto di quest'ultime, che dovranno ovviamente giungere a destino in perfette condizioni.

Il compito dello spedizioniere, tuttavia, non si esaurisce in tutto ciò, giacché il professionista dovrà poi anche accertarsi di aver stipulato degli accordi di tipo assicurativo con il mittente, proprio per tutelarsi da eventuali rischi e, inoltre, lo spedizioniere deve anche sincerarsi del fatto che le istruzioni siano ben indicate all'interno del documento, oltre ad esser certo che il numero delle FBL originali emesse sia indicato in modo puntuale.

Lo spedizioniere responsabile dell'emissione di una FBL, non potrà in alcun modo eludere l'obbligo di prestare la sua responsabilità circa il trasporto e, d'altro canto, dovrà vegliare in modo scrupoloso circa il rispetto delle condizioni indicate nell'FBL. Per quanto invece il coinvolgimento di operatori economici, va detto che gli stessi – alla ricezione di una FBL – potranno essere certi di avere per le mani la garanzia di una copertura assicurativa per quanto riguarda le operazioni svolte durante il trasporto delle merci citate nel documento, essendo certi di poter ottenere indennizzi a causa di eventuali danneggiamenti o smarrimenti dei beni trasportati. Per gli imprenditori interessati a fare business in Spagna è disponibile una comparativa fiscale con pratico esempio al seguente link:COMPARATIVA FISCALE ITALIA - SPAGNA
Studio Legale e di consulenza aziendale in Spagna
Ana Fernandez & Geval

Indirizzo: Calle General Urrutia, 75 – 7A - 46013 Valencia (Spagna)
Tel: +39 0861 18 86 156
Email: abogadafernandez@nonbisinidem.com
Contatti con lo Studio Legale Ana Fernandez & Geval

Brochure dello studio legale
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(27/06/2013 - L.V.)
Le più lette:
» Avvocati: redditi sempre più bassi, è allarme
» Canone Rai: chi non vuole pagare nel 2017 deve dichiararlo entro dicembre
» Trenitalia: treni "nascosti" per fare acquistare i viaggi più cari, Antitrust apre istruttoria
» Cassazione: la clausola claims made non è vessatoria
» I compensi per l'atto di precetto con tabella e strumento di calcolo online
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF