Sei in: Home » Articoli

Presto alle Commissioni l'emendamento al ddl anticorruzione. Restano i nodi su intercettazioni e responsabilità magistrati

furto ladro corruzione
Il Ministro della giustizia potrebbe presentare già domani alle commissioni l'emendamento al ddl anticorruzione. Ancora non sembra sia stato raggiunto un accordo con tutte le forze politiche che il ministro dovrebbe però incontrare tra oggi e domani. I tempi comuque stringono perché il Guardasigilli è intenzionato a rispettare l'impegno assunto con le commissioni per presentare l'emendamento entro il 17 aprile. Il problema principale è che non ci sono ancora convergenze tra i partiti. Da un lato il Pdl chiede che le norme anticorruzione vadano di pari passo Con quelle sulle intercettazioni e sulla responsabilità civile dei magistrati; dall'altro lato PD, Udc e Fli, considerano il contrasto come un priorità assoluta e ritengono che non si possa ipotizzare un dilazionamento della tempistica. Sembra piuttosto difficile trovare infatti un accordo sulle intercettazioni e sulla responsabilità civile dei magistrati.
Quanto alle Toghe è comunque previsto un incontro tra il ministro della giustizia Severino e i rappresentanti della nuova giunta dell'Anm che ha già preso atto con soddisfazione del ripensamento sulla ipotizzata introduzione di una responsabilità diretta dei magistrati. La responsabilità resterà quindi indiretta e a pagare i danni al cittadino sarà lo Stato che poi potrà intraprendere azioni di rivalsa verso il magistrato. La differenza rispetto all'attuale disciplina starebbe proprio in questo inasprimento della rivalsa che potrebbe diventare obbligatoria.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(16/04/2012 - N.R.)
Le più lette:
» Pensioni pagate in più, l'Inps non può chiedere indietro i soldi
» Avvocati: al via la petizione contro la Cassa forense
» Il padre anziano può regalare il patrimonio agli amici anziché lasciarlo alle figlie
» Divorzio: le tre vie per dirsi addio
» Whatsapp può spiare le chat private: l'allarme degli esperti
In evidenza oggi.
Avvocati: al via la petizione contro la Cassa Forense
Parte da Catania la petizione contro i costi della Cassa Previdenza Forense
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF