Sei in: Home » Articoli

Cassazione: brucio' operaio, non ha diritto ai domiciliari

L'imprenditore di Gallarate che brucio' un operaio romeno non ha diritto agli arresti domiciliari. A stabilire che Cosimo Iannece dovra' rimanere in galera e' stata la Prima sezione penale della Cassazione che ha dichiarato inammissibile la richiesta del difensore dell'imprenditore di sostuire il carcere con gli arresti domiciliari. Iannece, condannato a 30 anni di reclusione per aver provocato la terribile morte di Jon Cazacu che aveva cosparso di benzina prima di dargli fuoco, si e' rivolto alla Suprema Corte sostenendo di aver condotto sempre una ''vita operosa e onesta sino ai fatti''. Ma piazza Cavour, che gia' lo scorso 23 maggio aveva stabilito che il processo era da rifare per una serie di ''carenze di motivazioni'' della sentenza d'appello, ha detto no agli sconti di pena.
(28/06/2003 - Roberto Cataldi)
Le più lette:
» Avvocati e professionisti: è nata la prima polizza a tutela delle parcelle
» In arrivo gli sportelli di prossimità, dove non ci sono più i tribunali
» Separazione: addebito al marito per l'amicizia intima che fa sospettare il tradimento
» Trasferimento di strumenti finanziari come ipotesi di donazione diretta ad esecuzione indiretta
» Pensioni: riscatto gratis laurea legato al merito
In evidenza oggi
Le chat su WhatsApp valgono come provaLe chat su WhatsApp valgono come prova
Avvocati e professionisti: è nata la prima polizza a tutela delle parcelleAvvocati e professionisti: è nata la prima polizza a tutela delle parcelle
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF